Salvini esulta per la morte del "terrorista" Soleimani, insorge la base leghista milanese - Il Sovranista

Non perdere

Post Top Ad

Spazio Pubblicitario 1

Post Top Ad

Spazio Pubblicitario 2

sabato 4 gennaio 2020

Salvini esulta per la morte del "terrorista" Soleimani, insorge la base leghista milanese

«Donne e uomini liberi, alla faccia dei silenzi dei pavidi dell’Italia e dell’Unione europea, devono ringraziare Trump e la democrazia americana per aver eliminato Soleimani uno degli uomini più pericolosi e spietati al mondo, un terrorista islamico, un nemico dell’Occidente, di Israele, dei diritti e delle libertà». Con queste parole il leader della Lega, Matteo Salvini, commenta il blitz durante cui gli Usa hanno ucciso il "terrorista" Soleimani.
Una posizione quella del leader leghista, in una materia cosi complessa come quella della politica internazionale che non è piaciuta per niente alla base militante leghista meneghina.
Per primo, Francesco, nostro attento lettore del Quarto Municipio di Milano ci invia un documento politico che sta girando sulle chat dei militanti leghisti che riportiamo fedelmente.
Un documento che definisce le dichiarazioni di Salvini un grave errore dal punto di vista storico e geopolitico, che danneggiano gli interessi economici di tantissimi lombardi ed italiani in Iran.L'esatto contrario di quel che un leader autenticamente sovranista e non prono alla politica atlantista avrebbe dovuto dire e fare.



Altro che terrorista! Il Generale Soleimani era alto ufficiale delle Forze Armate iraniane ed ha combattuto i veri terroristi dell'ISIS in Siria e Irak. I terroristi islamici non sono affatto iraniani e sciiti ma sono tutti sunniti wahabiti e salafiti, ovvero arabi alleati di USA e Turchia, e alleati di fatto di Israele. Le dichiarazioni di Salvini sono un grave errore che dimostrano chiaramente: ignoranza di storia e geopolitica, e-o cattivi consiglieri interessati, e-o  errori strategici di calcolo anche elettorale. Le dichiarazioni di Salvini, supinamente prono ad una politica atlantista e sionista, irritano non solo l'Iran e l'Islam Sciita ma anche Russia, India e Cina che sul terrorismo islamico e l'imperialismo USA hanno idee molto chiare e diverse. Le dichiarazioni di Salvini danneggiano la credibilità internazionale della Lega (ora considerata inaffidabile perché completamente appiattita sulla politica estera di USA e Israele). E le dichiarazioni di Salvini infine danneggiano gravemente gli interessi economici di tantissimi italiani e lombardi. L'elettorato della Lega è mediamente più evoluto, attento e libero della sua classe dirigente, e capisce bene gli equilibri internazionali, vuole una vera sovranità nazionale (non a chiacchiere) e un mondo geopolitico multipolare. La Lega non si illuda di avere chissà quali vantaggi a lisciare il pelo (per essere educati) alla lobby atlantista e sionista: loro fanno solo i loro interessi, certamente non quelli del notro popolo e della nostra patria. La Lega vuole conquistare Milano? Sappiate che oggi tutta la classe dirigente colta e borghese milanese, anche quella di centrodestra, se la rideva della rozza dichiarazione di Salvini...

Nessun commento:

Posta un commento

Banner 700

Spazio Pubblicitario 3