Enrico Rossi: ci sono pezzi della Lega irriducibilmente eversivi - Il Sovranista

Non perdere

Post Top Ad

Spazio Pubblicitario 1

Post Top Ad

Spazio Pubblicitario 2

mercoledì 26 febbraio 2020

Enrico Rossi: ci sono pezzi della Lega irriducibilmente eversivi

Enrico Rossi, governatore uscente della Toscana che non si ricandiderà alle prossime elezioni regionali, previste per la tarda primavera, esponente di primo piano del Partito Democratico va all'attacco della Lega e di Matteo Salvini, suo leader indiscusso per lo sciacallaggio, a suo dire, sul Corona Virus come dimostra una intervista concessa al collega Mario Neri e pubblicata dal Next Quotidiano. Intervista che riportiamo integralmente.

Come è potuto accadere secondo lei che nel giro di 4 giorni il Paese sia caduto nel panico?

«Si è creato un clima. Fin dall’inizio io ho provato a contrastarlo. Ma la verità è che il sistema Paese ha dimostrato di essere frantumato. Occorreva una discussione pacata, senza strumentalizzazioni. Anche le opinioni diverse degli scienziati devono sempre essere ricondotte ad un quadro generale. Serve uno spirito di unità e di sistema. Invece si è calcato sulle parole e il panico si è diffuso».

Sta accusando Salvini?
«La vera rottura è stata prodotta da chi si è scagliato contro il sistema. Da chi chiede di bloccare, di chiudere. Da chi ha aizzato sentimenti contro i cinesi per poi scoprire che il contagio muove dalla Lombardia. Da chi non ha rassicurato. Matteo Salvini su questo fronte prosegue. Coi suoi amichetti di Forza Nuova in Toscana continuano dicendo che il virus da combattere sono io. Ci sono pezzi della Lega irriducibilmente eversivi in questo Paese. Lo sa che dopo che Salvini mi ha attaccato su Facebook sul caso del coronavirus ho ricevuto centinaia di minacce di morte? Nonostante tutto sono convinto che l’onda della paura scemerà perché la casistica che emerge non deve spaventare. Siamo un grande Paese e sono certo che la situazione resterà sotto controllo».

Salvini e la Lega l’hanno denunciata in Procura per danno alla salute dei cittadini toscani. È preoccupato?
«Non commento nemmeno. Annoto solo che Zaia che pure è leghista ha avuto un comportamento diverso. Anche lui ha subito Codogno e mantiene un profilo istituzionale. Altri usano la clava. Costoro hanno fatto saltare il sistema Paese che stavolta sarebbe dovuto scendere in campo».

Nessun commento:

Posta un commento

Banner 700

Spazio Pubblicitario 3