I mastelliani sfidano la Lega: vediamo quanti voti valete a Benevento - Il Sovranista

Non perdere

Post Top Ad

Spazio Pubblicitario 1

Post Top Ad

Spazio Pubblicitario 2

domenica 9 febbraio 2020

I mastelliani sfidano la Lega: vediamo quanti voti valete a Benevento

E’ un autentico veto quello che la Lega di Matteo Salvini piazza sulla ricandidatura a sindaco di Clemente Mastella nella città di Benevento. In caso di voto anticipato, insomma il centrodestra parte con una evidente spaccatura perché ieri il coordinatore regionale del Carroccio l'onorevole Molteni ha ufficializzato il niet su un Mastella bis per Palazzo Mosti.
D'altronde il Sindaco è dimissionario, la maggioranza litigiosa e la città è paralizzata. In questo desolante spettacolo, la Lega non ha nessuna responsabilità e lavora ad un centro destra unito e coeso ma con un altro candidato sindaco diverso da Clemente Mastella.
L'orientamento del centro destra sannita sembra opposto a quello della Lega, con Forza Italia schierata con Mastella ed il coordinatore provinciale di Fratelli d'Italia Paolucci pronto a riconoscere la leadership del sindaco uscente, per cui l'idea del centro destra unito e coeso sembra davvero peregrina.
Di fronte al veto leghista su Clemente Mastella candidato sindaco arriva la replica, sotto forma di nota congiunta, firmata da Sandra Lonardo, senatrice di Forza Italia,  Domenico Mauro, coordinatore provinciale di Forza Italia,  Antonio Di Maria, presidente della provincia di Benevento, ed i capi gruppi al comune di Forza Italia e Noi Sanniti per Mastella che riportiamo integralmente.
Respingiamo con sdegno le parole in libertà pronunciate dall'esponente politico nordista e dai suoi collaborazionisti locali ma rifiutiamo soprattutto la logica culturale e politica di conquista del Sud e della nostra Benevento imponendo condizioni arroganti e velleitarie. Non c’è stato da parte dei rappresentanti al Governo della Lega Nord, nel periodo di guida dell’esecutivo nazionale con i grillini, nessun atto a favore dei problemi della nostra Città. Il loro pensiero fisso rimane il Nord ed i problemi del Nord. Per aver assunto sempre la difesa storica degli interessi del Mezzogiorno e per non aver piegato mai la testa alle logiche nordiste, il sindaco Mastella rappresenta un ostacolo per le loro mira espansionistiche. Per quanto riguarda, invece, la loro rappresentante in Consiglio comunale, qualche leghista locale avrebbe dovuto ricordare a Molteni che è stata eletta con la lista Mastella e successivamente folgorata sulla via di Pontida, votando sempre con l’opposizione. Non ci abbiamo mai contato così come non contiamo ne contavamo su apporti leghisti al progetto amministrativo già sperimentato e vincente. La stessa formula, nella ipotesi del voto anticipato, sarà riproposta: una scelta civica aperta al contributo di forze politiche nel solo esclusivo interesse di Benevento. Chi si vuole sottomettere alla egemonia leghista lo faccia, a Benevento e nel Sannio noi non lo faremo. In ogni caso la conta la faremo alle Comunali: vedremo quanto consenso otterrà la Lega e quanto la componente civico-politica di Mastella”.

Nessun commento:

Posta un commento

Banner 700

Spazio Pubblicitario 3