Napoli,emergenza rifiuti l'invito di Gioventù Nazionale alle istituzioni:più fatti, meno parole - Il Sovranista

Non perdere

Post Top Ad

Spazio Pubblicitario 1

Post Top Ad

Spazio Pubblicitario 2

martedì 4 febbraio 2020

Napoli,emergenza rifiuti l'invito di Gioventù Nazionale alle istituzioni:più fatti, meno parole

Meno degrado più azioni, basta chiacchiere delle istituzioni. Questo è il testo di uno striscione affisso dai militanti di Gioventù Nazionale, l'organizzazione giovanile di Fratelli d'Italia vicino ad una discarica all'aperto presente nel popoloso e popolare quartiere di Pianura. Segno evidente di come la raccolta quotidiana dei rifiuti solidi urbani sia una chimera.
Il senso di questa iniziativa  ci viene chiarito, con maggiori dettagli, da una nota, diffusa alla stampa, che riportiamo fedelmente.


Gioventù Nazionale prende netta posizione in merito all’emergenza rifiuti in provincia di Napoli.
Con un Flash Mob partito da Pianura, il movimento giovanile di Fratelli d’Italia, ha esposto uno striscione che parla chiaro: “meno degrado più azioni, basta chiacchiere delle istituzioni”.
“Molti territori vivono nel degrado e nel fetore. Ed oltre il danno la beffa, dell’ipocrisia e di un continuo rimpallo di responsabilità delle istituzioni. E’ chiaro a tutti: paghiamo i disastri del governo regionale, metropolitano e cittadino in merito alla gestione del ciclo rifiuti”.
Ancora, “Napoli è al collasso ed è umiliata dai rifiuti persino nelle zone più centrali come via Toledo che dovrebbero essere il nostro biglietto da visita. Dove De Magistris, con una percentuale di fattività della raccolta differenziata imbarazzante, non perde occasione per confermarsi un pessimo amministratore.
Il governo regionale, invece vive di slogan. Mentre De Luca continua a ribadire che siamo il paese dei balocchi, la realtà dice che gli interventi strutturali e gli investimenti per gestire con efficienza le emergenze sono pari a zero. Gli impianti STIR sono al collasso.
Abbiamo dato una prima picconata simbolica a questo muro di ipocrisia. Ma non ci fermeremo poiché sono già in calendario prossime iniziative”.

Nessun commento:

Posta un commento

Banner 700

Spazio Pubblicitario 3