Bruno Vespa punge l'ong Medici senza frontiere e li invita a salire a bordo dell'emergenza coronavirus - Il Sovranista

Non perdere

Post Top Ad

Spazio Pubblicitario 1

Post Top Ad

Spazio Pubblicitario 2

sabato 21 marzo 2020

Bruno Vespa punge l'ong Medici senza frontiere e li invita a salire a bordo dell'emergenza coronavirus

Bruno Vespa incalza le organizzazione non governativa impegnate nel soccorso dei migranti  che soccorrono i migranti nel Mediterraneo. Nel mirino del giornalista e conduttore di Porta a Porta finisce Medici senza frontiere, l'ong francese fondata dall'ex ministro degli esteri di Sarkozy Bernard Krouchner.
In un video pubblicato sulla sua pagina Facebook Vespa chiede a Medici senza frontiere di "tornare" a bordo e fronteggiare l'emergenza coronavirus, dando una mano agli operatori sanitari che stanno assistendo, tra mille difficoltà, migliaia di italiani.
Anche se, ricorda Vespa, rispetto ai salvataggi nel Mediterraneo questa volta ci saranno meno televisioni e forse molta meno visibilità.
Questa volta, anche se non c'è politica, non c'è la propaganda, non ci sono le televisioni internazionali è utile l'impegno anche dei Medici senza frontiere: dove siete finiti? Tornate a bordo dell'emergenza.
Ricordate Medici senza frontiere? Osserva Vespa nel video pubblicato sul principale social network : quando dovevano soccorrere i migranti e facevano bene, lo facevano con le loro navi, e la scritta Medici senza frontiere era ben visibile sulle loro tute. Adesso sono scomparsi. O forse sono nascosti, continua Vespa, nelle corsie di Bergamo, di Brescia, di Cremona e non vogliono far sapere che sono lì e stanno lavorando alacremente, ma se per caso non ci fossero, e se davvero se ne fossero dimenticati è il caso di ricordaglielo.
C'è bisogno di loro, conclude Vespa, che corrano e tornino davvero a bordo, a bordo dell'emergenza.

Nessun commento:

Posta un commento

Banner 700

Spazio Pubblicitario 3