Coronavirus, la denuncia dei sindaci leghisti pugliesi:buoni spesa insufficienti - Il Sovranista

Non perdere

Post Top Ad

Spazio Pubblicitario 1

Post Top Ad

Spazio Pubblicitario 2

domenica 29 marzo 2020

Coronavirus, la denuncia dei sindaci leghisti pugliesi:buoni spesa insufficienti

I buoni spesa per le famiglie italiane sono solo l’ennesimo fuorviante annuncio del sabato sera, che questa volta scarica sui sindaci le aspettative di migliaia di famiglie e la gestione di una situazione sociale esplosiva con risorse irrisorie.
Come fa Antonio Decaro, presidente dell'Associazione nazionale comuni d'Italia ad accettare e festeggiare per questo provvedimento se ad una città come la sua Bari spettano più o meno da 6 ad 8 euro per ogni famiglia con reddito basso già prima della drammatica emergenza corona virus?
Lo dichiara in una nota, a nome dei sindaci pugliesi della Lega  Massimo Martella sindaco di Nociglia  (Lecce).
Da domani, precisa Martella, migliaia di persone prenderanno d’assalto i comuni per chiedere i buoni spesa che non sono sufficienti nemmeno per un giorno. Questo senza dimenticare le difficoltà dei comuni alle prese con il lavoro agile da casa di tanti dipendenti». "A tre settimane dall’inizio della quarantena - prosegue l'esponente leghista la situazione sociale nei comuni sta diventando di difficile gestione, chiediamo a Conte un aiuto vero e risorse economiche reali e non un annuncio che non fa che creare solo inutili aspettative tra la popolazione». «Saremo noi sindaci, conclude Martella a gestire a mani nude da domani mattina una situazione che rischia di diventare esplosiva».

Nessun commento:

Posta un commento

Banner 700

Spazio Pubblicitario 3