Belpietro: chi vuole spaccare la Lega si ricordi che fine ha fatto Tosi - Il Sovranista

Non perdere

Post Top Ad

Spazio Pubblicitario 1

Post Top Ad

Spazio Pubblicitario 2

lunedì 27 aprile 2020

Belpietro: chi vuole spaccare la Lega si ricordi che fine ha fatto Tosi


Pare che qualcuni sogni di spaccare la Lega. Per dare vita ad un governissimo con tutti dentro, dal Partito Democratico ai 5 Stelle, da Italia Viva e Liberi e Uguali a parte di Forza Italia. Alcuni ambienti vicini alla maggioranza sarebbero al lavoro per dividere il partito guidato da Matteo Salvini.
Approfittando di un momento di debolezza dell'ex ministro dell'Interno,come dimostrano anche gli ultimi sondaggi elettorali che attestano la Lega al 25,4% le sirene governative vorrebbero ammaliare l'ex sottosegretario alla presidenza del Consiglio del primo governo Conte, Giancarlo Giorgetti, senza tralasciare il governatore Luca Zaia, governatore del Veneto.
Maurizìo Belpietro, direttore del quotidiano La Verita', ricostruisce le ribellioni ai leader della Lega  negli ultimi 25 anni ed i loro risultati,
D'altronde i tentativi di dividere il movimento per tirarne un pezzo non sono cose nuove in casa Lega.
Ricordo quando Bossi fu il protagonista del primo ribaltone orchestrato contro Silvio Berlusconi.  Luigi Negri capitano' un gruppo di leghisti lealisti nei confronti del polo delle libertà.  Nonostante l'appoggio del cavaliere di Arcore la scissione finì in malo modo e dei rivoltosi si persero le tracce.
Anche in un recente passato, qualcuno ha provato a spaccare dall'interno la Lega. Emblematico è il caso di Flavio Tosi, già sindaco di Verona, segretario della Lega Veneta che dopo essere uscito dalla Lega si candidò contro Zaia alle scorse regionali ma fu sconfitto.  Successivamente in qualità  di leader di Fare  ha appoggiato i referendum proposti da Renzi e fondò successivamente insieme ad Enrico Zanetti, Fitto ed altri il cartello centrista e post democristiano Noi con l'Italia, non riuscendo ad essere eletto neanche nella sua Verona.
Ora, c'è  qualcun altro che vuole spaccare la Lega? Magari dando vita ad un partitino autonomista? Si accomodi pure. Il flop è dietro l'angolo.

Nessun commento:

Posta un commento

Banner 700

Spazio Pubblicitario 3