Coronavirus, Chiaravalle è stata abbandonata al suo triste destino. La Lega che fa? Lo sfogo di un nostro lettore - Il Sovranista

Non perdere

Post Top Ad

Spazio Pubblicitario 1

Post Top Ad

Spazio Pubblicitario 2

mercoledì 1 aprile 2020

Coronavirus, Chiaravalle è stata abbandonata al suo triste destino. La Lega che fa? Lo sfogo di un nostro lettore

Da Chiaravalle comune di poco più di 5000 mila abitanti della provincia di Catanzaro, salito agli onori della cronaca regionale e nazionale per l'elevato numero di contagiati(74 di cui 7 morti) nella casa di cura Domus Area che ha interessato che rischia a mettere in ginocchio il sistema sanitario locale oltre che la salute degli abitanti del comprensorio.
Antonio, elettore della Lega Salvini Premier, alle ultime regionali, in questa lettera aperta, che pubblichiamo volentieri vorrebbe sapere dal segretario regionale, il bergamasco Invernizzi, al suo vice, nativo di Chiaravalle, Rauti ed al vice presidente del consiglio Spirlì quali sono le iniziative adottate per gli anziani?



Caro direttore de Il Sovranista,
mi chiamo Antonio, sono un ragazzo di Chiaravalle (paese dell'entroterra catanzarese) e la situazione che si è verificata nel mio paese, il focolaio nella casa di cura Domus Aurea che ha interessato 74 contagiati tra pazienti e degente, si è trasformato in una bomba sanitaria che rischia mettere in ginocchio non solo il sistema sanitario ma la sicurezza di tutti noi. I nostri cari anziani sono stati letteralmente abbandonati, almeno una decina di loro necessitano di un ricovero urgente, nel frattempo i tempo scorre e tutto è fermo. Alle scorse elezioni regionali ho creduto fermamente nel progetto Lega, un cambiamento radicale al centro destra calabrese e ora il "mio" partito di riferimento come pensa di affrontare questa emergenza. Il vicepresidente della regione, Spirlì, di cui non conoscevo l'esistenza prima della nomina, ha strutturato un piano di gestione e di coordinamento per affrontare l'Emergenza attraverso un Nucleo speciale che dovrà essere interlocutore con le autorità locali per supportare i singoli casi. Ebbene, quali sono gli interventi che il nostro vicepresidente vorrà adottare per salvare la sicurezza dei nostri cari anziani? Chiaravalle non può essere lasciata sola, le chiacchiere stanno a zero, ora vogliamo i fatti e non c'è più tempo da perdere.

Nessun commento:

Posta un commento

Banner 700

Spazio Pubblicitario 3