Covid 19 e medici in prima linea: l'intervita alla dottoressa sovranista Carmela Rescigno - Il Sovranista

Non perdere

Post Top Ad

Spazio Pubblicitario 1

Post Top Ad

Spazio Pubblicitario 2

venerdì 24 aprile 2020

Covid 19 e medici in prima linea: l'intervita alla dottoressa sovranista Carmela Rescigno


Essere medici è sacrificio, abnegazione, rinunciare a giorni di riposo, a feste in famiglia. Significa vivere giornate in cui l’unica luce che vedi è quella di una corsia di reparto o quella della sala operatoria e non importa che sia un giorno feriale o domenica o il compleanno di tuo figlio o Natale. Lo è da quando sono entrate in Facoltà e lo sarà per il resto della mia vita professionale. Ancor di più,  in questi giorni, caratterizzati dall'emergenza pandemia.
La consapevolezza dell'amara verità,  come sostiene  la dottoressa Carmela Rescigno, dirigente medico Uoc Chirurgia d'urgenza e Ps all'Ospedale Ruggi d'Aragona a Cava dei Tirreni, responsabile nazionale del Dipartimento Sanita' dei conservatori e sovranisti di Fratelli d'Italia che abbiamo sentito telefonicamente, per una intervista 


Essere medico ai tempi del Covid 19 in cosa cambia la tua missione?
Non cambia quasi nulla a livello personale o almeno così dovrebbe essere Sono sicuramente cambiati il contesto e le modalità in cui ti trovi ad operare sono cambiate le percezioni e le aspettative dei pazienti. È accresciuto il livello di attenzione in operazioni semplici tipo la vestizione i guanti ecc insomma nelle cose che prima facevi in maniera meccanica e oggi ti soffermi fosse solo x fissare i passaggi ed essere certa di non aver tralasciato nulla che può mettere a rischio te o il paziente.

Il Paziente  Covid-19 è un paziente “diverso”?
Del Covid 19 sappiamo alcune cose , ne ignoriamo ancora tante i media fanno dilagare velocemente notizie buone e cattive e i pazienti giustamente giungono a noi carichi di paura e diffidenza .... si affidano e non hanno alternativa!

Un carico di responsabilità?
Il carico di responsabilità x noi è elevato ma essere medico significa questo. Essere responsabile della vita di un Paziente  sempre non solo perché affetto da Covid

Ma il Covid ha spaventato i medici ?
Il fatto che io sia un chirurgo d’urgenza e che tutta la mia formazione afferisce all emergenza urgenza mi aiuta sicuramente diciamo che sono più avvezza di altri colleghi con altre specializzazioni a fronteggiare L imprevedibile che in un attimo diventa urgenza .
Abituata a lasciare la paura fuori dalla sala operatoria.... oggi questo viene chiesto a tutti i miei colleghi... un medico non può avere paura e non può fermarsi sembra crudele a dirsi ma è così

Sei più  spaventata  del nostro sistema sanitario ?
Il Covid ci ha invaso come una tempesta perfetta anche perché ci ha svelato quanto di fragile c’era e c’è nel sistema sanitario. Abbiamo avuto soprattutto al sud realtà virtuose e altre in cui qualcosa non ha funzionato.

Ti  senti  un supereroe?
No sono un medico e faccio semplicemente il mio dovere.

È vero che hai fatto domanda per essere trasferita in un ospedale della Lombardia?
Si Ho risposto subito all' appello della regione Lombardia .... Perché ho pensato fosse un dovere etico.

Turni di lavoro ancora piu' impegnativi?
Sicuramente ma nonostante i turni impegnativi di questi giorni una volta fuori dall ospedale il primo pensiero è  rivolto a mio figlio a casa ed a quella unica paura che ho sperimentato la paura di poterlo contagiare ed il rammarico per il tempo della sua solitudine confesso che qualche volta ho immaginato di poter vivere questo tempo familiare con lui come altre mamme ma è stato un momento ecco ....
il vero eroe è lui ha 12 anni vivo da sola con lui e nei miei lunghi turni è costretto a trascorrere intere giornate da solo senza capricci accontentandosi di un po’ di compagnia a distanza .... è lui la mia ragione e la mia vera spinta a combattere ed a tornare .

Attimi di sconforto?
Non posso arrendermi e come me i tanti colleghi impegnati a vario titolo in questa guerra . Possiamo solo fare il nostro dovere al meglio; ciascuno faccia la sua parte !

Nessun commento:

Posta un commento

Banner 700

Spazio Pubblicitario 3