Fratoianni contro Salvini: pur di raccattare due voti si trasforma in ministro di culto - Il Sovranista

Non perdere

Post Top Ad

Spazio Pubblicitario 1

Post Top Ad

Spazio Pubblicitario 2

lunedì 6 aprile 2020

Fratoianni contro Salvini: pur di raccattare due voti si trasforma in ministro di culto

"Non vedo l’ora che la scienza e anche il buon Dio, perché la scienza da sola non basta, sconfiggano questo mostro per tornare a uscire. Ci avviciniamo alla Santa Pasqua e occorre anche la protezione del Cuore Immacolato di Maria".
Parole chiare, dirette, che non lasciano dubbi ad interpretazione alcuna, quelle pronunciate da Matteo Salvini, leader indiscusso della Lega su Sky Tg 24 nel corso de l'Intervista di Maria Latella.
In quest'occasione il leader leghista torna a parlare della sua fede religiosa ed avanza una richiesta: la riapertura delle chiese.
Sostengo, precisa Salvini, le giuste richieste di coloro che chiedono, in maniera ordinata, composta, sanitariamente sicura, di farli entrare in chiesa. Far assiste per Pasqua, anche in tre, quattro, cinque, alla Santa Messa di Pasqua.
La richiesta di riapertura delle chiese per la Santa Pasqua non poteva non generare polemiche politiche sostenute anche da Nicola Fratoianni, leader di Sinistra Italia, deputato del cartello di sinistra denominato Liberi e Uguali che ha dichiarato:
“ogni giorno che passa, ringrazio sempre di più il fatto che Matteo Salvini non sia più al governo del Paese, per evitare ulteriori danni all’Italia e ai suoi abitanti.”
“In queste settimane, precisa l ’esponente di Leu, cerca affannosamente di risalire la china con idee sempre più bislacche e pericolose. Ora arriva perfino a fare il ministro del culto per riaprire le chiese. Sono curioso di sapere cosa diranno in merito i suoi amici di partito lombardi".
“Cosa non si fa, conclude Fratoianni, pur di raggranellare qua e là qualche voto...”

Nessun commento:

Posta un commento

Banner 700

Spazio Pubblicitario 3