Iorio(Calabria prima di tutto): i nostri nemici sono il coronavirus e la dirigenza nordista della Lega - Il Sovranista

Non perdere

Post Top Ad

Spazio Pubblicitario 1

Post Top Ad

Spazio Pubblicitario 2

mercoledì 1 aprile 2020

Iorio(Calabria prima di tutto): i nostri nemici sono il coronavirus e la dirigenza nordista della Lega


SALVINI COME GARIBALDI.
Non usa mezze termini, come il politicamente corretto vorrebbe, Alfredo Iorio, leader del movimento identitario Calabria prima di tutto, che ha sostenuto la Lega alle elezioni europee contribuendo all'elezione di Vincenzo Sofo al Parlamento Europeo e contribuendo alle elezioni di 4 consiglieri regionali che in questa lettera, che pubblichiamo volentieri evidenzia quali sono i problemi che attanagliano la Calabria, l'emergenza coronavirus e la Lega a guida settentrionale con aggiunta dell'assessore Spirli'


 Oggi in Calabria abbiamo due problemi il coronavirus e la Lega di invernizzi, Rauti e Spirlì. Matteo aveva promesso di dare la Calabria ai calabresi e di rivoltarla come un calzino. Nomina un commissario bergamasco che porta il partito dal 23% delle europee al 11 % delle regionali. Invernizzi candida personaggi squalificanti, bocciati dal territorio non riuscendo ad organizzare nemmeno i rappresentanti di lista. In otto mesi distrugge tutto mortificando quelli che avevano sostenuto Sofo e non Casanova , noto discotecaro  amichetto di Salvini. Però per questo fallimento viene premiato. In nome della meritocrazia ed efficienza “Lumbard” viene eletto segretario in un congresso fantasma di cui nessuno sa niente. Ma con la vittoria della Santelli entrano in consiglio 4 leghisti... Salvini era stato chiaro in campagna elettorale aveva chiesto per il cambiamento due assessorati: agricoltura e turismo. Ma perché premiare un consigliere regionale votato dal territorio? È meglio aiutare un amichetto. Chi meglio di Nino Spirlì ? Zero voti, diario di una vecchia checca, assessore alla sicurezza. Ma sicurezza di chi ? Degli immigrati di San Ferdinando. Spirlì dimentica gli elettori leghisti che vogliono la chiusura della tendopoli, porta una cucina da campo...viene giustamente cacciato. Pallaria si dimette perché non sa cosa sono i ventilatori. Ma Spirlì sa cos’è la dignità ? Di sicuro non pensa alla sicurezza dei calabresi in Calabria. Pensa a quella degli operai, lavapiatti, camerieri emigrati dalla nostra terra in Lombardia che da malati non possono essere più sfruttati. Ecco l’idea geniale di invernizzi: devono tornare a casa; lui ordina l’assessore esegue. Ecco pronto un ufficio, magari a Milano, finanziato dalla regione Calabria tutto per loro. Un altro amichetto Walter Rauti, inviato da Spirlì-Santelli a Chiaravalle, nessuno sa a che titolo per l’emergenza sanitaria, potrebbe dirigere questo ufficio. Rauti, grande organizzatore delle cene di finanziamento con la presenza di salvini in campagna elettorale è proprio l’uomo giusto. È riuscito a togliere ai militanti calabresi 30/40 euro a persona in un momento di crisi. É stato utilissimo... al partito. Ma ai calabresi? Speriamo che si sveglino e comincino a pensare che forse salvini è peggio di Garibaldi Alfredo Iorio Calabria prima di tutto

Nessun commento:

Posta un commento

Banner 700

Spazio Pubblicitario 3