Ferrara, il tribunale ferma i buoni spesa solo per gli italiani della Lega - Il Sovranista

Non perdere

Post Top Ad

Spazio Pubblicitario 1

Post Top Ad

Spazio Pubblicitario 2

venerdì 1 maggio 2020

Ferrara, il tribunale ferma i buoni spesa solo per gli italiani della Lega

Prima gli italiani. Credeva davvero di farcela la giunta leghista di Ferrara guidata da Alan Fabbri. Ma tra il dire e il fare si è messo di mezzo il Tribunale, che ha dato lo stop alla concessione dei buoni alimentari per l’emergenza Covid-19 secondo criteri che avrebbero privilegiato gli italiani e discriminato gli stranieri. A parlare esplicitamente di provvedimento «discriminatorio» è stato il Tribunale nel suo giudizio cautelare. Una sonora bocciatura per Fabbri e la sua giunta di destra, a cui non rimane che la polemica e la promessa di «resistere» nonostante la sentenza, definita «assurda» dallo stesso sindaco. A festeggiare sono i ricorrenti, guidati dagli avvocati dell’Asgi, l’Associazione per gli Studi Giuridici sull'Immigrazione, e tutte le associazioni che a Ferrara hanno deciso da subito di opporsi al provvedimento discriminatorio.
La decisione della giunta di Alan Fabbri, figura di spicco del Carroccio in Emilia-Romagna, aveva da subito scatenato polemiche a non finire. Ma il primo cittadino, eletto trionfalmente nel giugno 2019 in una città che fino a quel momento era sempre stata di sinistra, si era difeso. «Le polemiche», aveva detto, sarebbero state il frutto «di un pregiudizio politico, come ci racconta il collega Nedo Lombardi dalle pagine de Il Manifesto in un interessante articolo che potete leggere integralmente cliccando qui

Nessun commento:

Posta un commento

Banner 700

Spazio Pubblicitario 3