“Il decreto rilancia solo clandestini e scafisti”. L’accusa di Giorgia Meloni al premier Conte - Il Sovranista

Non perdere

Post Top Ad

Spazio Pubblicitario 1

Post Top Ad

Spazio Pubblicitario 2

giovedì 21 maggio 2020

“Il decreto rilancia solo clandestini e scafisti”. L’accusa di Giorgia Meloni al premier Conte

Aggiungi didascalia
Il clima di collaborazione, nel bene esclusivo della Nazione, auspicato da Conte con le opposizioni di centro destra sembra davvero una chimera. Lo ha ricordato Giorgia Meloni, leader indiscussa dei conservatori e sovranisti di Fratelli d'Italia nel suo intervento alla Camera dei Deputati contro il Presidente del Consiglio e la sua variopinta e variegata maggioranza.
Una combattiva Meloni ne ha avute per tutti, reduce dalla sfiducia contro il ministro della Giustizia Bonafede salvato miracolosamente da Italia Viva e da rapporti sempre più aspri con il Movimento Cinque Stelle.
Parole dure, quelle pronunciate dalla leader sovranista contro il Decreto Rilancio, composto da 500 pagine, 269 articoli, cavilli a non finire, spartizione delle poltrone, valanga di bonus che non serviranno, considerato tutto sbagliato e concentrato su scelte surreali.
L'unico settore che viene rilanciato da questo decreto, precisa Meloni, è quello dell’immigrazione clandestina, con una norma che non è volta all'emersione del lavoro sommerso, ma a regolarizzare migliaia di irregolari. Gli scafisti, grazie alla maggioranza rosso-gialla, da domani ricominceranno a fare più soldi di ieri.

Nessun commento:

Posta un commento

Banner 700

Spazio Pubblicitario 3