‘Ndrangheta in Piemonte, l’ex assessore di Fratelli d’Italia Roberto Rosso rinviato a giudizio per voto di scambio politico-mafioso - Il Sovranista

Non perdere

Post Top Ad

Spazio Pubblicitario 1

Post Top Ad

Spazio Pubblicitario 2

sabato 23 maggio 2020

‘Ndrangheta in Piemonte, l’ex assessore di Fratelli d’Italia Roberto Rosso rinviato a giudizio per voto di scambio politico-mafioso

E' stato rinviato a giudizio Roberto Rosso, ex assessore regionale in Piemonte di Fratelli d'Italia accusato di presunto scambio elettorale politico-mafioso. Lo ha stabilito il Giudice dell'Udienza Preliminare Elena Rocci della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Torino. Il rinvio a giudizio riguarda anche altri dieci imputati nell'inchiesta Fenice sulla presenza della 'ndrangheta nel Nord-Ovest. Il processo è stato fissato il 9 luglio ad Asti. L'assessore Rosso era stato arrestato a dicembre nell'ambito dell'inchiesta Fenice per presunto voto di scambio. Il Giudice per l'Udienza Preliminare  Elena Rocci ha disposto un accertamento sulle condizioni di salute di Roberto Rosso, l'ex assessore regionale piemontese. Per Rosso, la difesa aveva chiesto gli arresti domiciliari. La Procura ha dato parere favorevole. Con ogni probabilità il processo verrà riunito a un altro procedimento, già in corso nella città piemontese, chiamato Carminius. 

Nessun commento:

Posta un commento

Banner 700

Spazio Pubblicitario 3