Silvia Romano, Giorgia Meloni: il premier Conte riferisca al Copasir - Il Sovranista

Non perdere

Post Top Ad

Spazio Pubblicitario 1

Post Top Ad

Spazio Pubblicitario 2

martedì 12 maggio 2020

Silvia Romano, Giorgia Meloni: il premier Conte riferisca al Copasir

"Silvia Romano è una vittima, dei suoi rapitori e anche di un governo che ha spettacolarizzato la sua tragedia. E' giusto mobilitarsi per riportare a casa i
connazionali rapiti ma è stato gravissimo dare apertamente il segnale che l’Italia paga i riscatti per i sequestri, perché questo espone al pericolo tutti gli italiani che sono all’estero. Silvia andava riportata a casa in silenzio, ma il bisogno di Conte e Di Maio di raccontare la loro presunta vittoria ha in realtà regalato all’Italia una tremenda sconfitta al cospetto del mondo. Ora il governo ha una sola strada: dare
il segnale chiaro che non è vantaggioso rapire i nostri connazionali. I terroristi e i rapitori di Silvia Romano devono essere stanati casa per casa. Spero che l’esecutivo si stia muovendo in questa direzione e Fratelli d'Italia ha già chiesto al Copasir di attivarsi per convocare Conte e tutti coloro che devono dare risposte precise in merito. Altrimenti abbiamo un problema serio".
Parole chiare, dirette, che non lasciano dubbi ad interpretazione alcuna, quelle pronunciate da Giorgia Meloni, leader indiscussa dei conservatori e sovranisti di Fratelli d'Italia nel corso di una intervista rilasciata all'Huffington Post precisando: nel partito non ci sono posizioni divergenti. Umanamente proviamo solidarietà per una vittima, ma la questione politica è tutt'altra. Lasciamo, continua Meloni, al buonismo della sinistra la superficialità di vedere solo il lato umano della vicenda. Sono arrabbiata per le violenze subite da questa ragazza, per il fatto che i suoi aguzzi oggi festeggino e per la superficialità di una sinistra che vede come cosa positiva l'immagine di sottomissione all'Islam che l'Italia ha subito.

Nessun commento:

Posta un commento

Banner 700

Spazio Pubblicitario 3