2 giugno, contro il governo delle 4 sinistre in piazza a Firenze gli identitari di Casaggì - Il Sovranista

Non perdere

Post Top Ad

Spazio Pubblicitario 1

Post Top Ad

Spazio Pubblicitario 2

martedì 2 giugno 2020

2 giugno, contro il governo delle 4 sinistre in piazza a Firenze gli identitari di Casaggì

Il 2 giugno è stato il giorno in cui il centro destra a trazione sovranista, ha dato voce, insieme agli alleati del centrodestra, a milioni di italiani dimenticati e traditi dal governo delle quattro sinistre( Movimento Cinque Stelle, Partito Democratico, Italia Viva, Liberi e Uguali) del premier Conte
Lo ha fatto in 100 piazze del Nord, del Centro, del Sud, isole comprese del paese, con iniziative simboliche, in sicurezza e rispettando le normative".
Anche a Firenze c'è stata una manifestazione alla quale hanno partecipato oltre che militanti e dirigenti di Lega e Fratelli d'Italia anche una nutrita delegazione di Casaggì, organizzazione giovanile della destra identitaria, come dimostra questa nota, diffusa alla stampa, che riportiamo integralmente.



In questo momento di grande difficoltà economica - mentre le priorità dell’esecutivo risiedono nella regolarizzazione degli stranieri e nella costituzione di un grottesco “regime sanitario” - occorrono risposte immediate, politiche lungimiranti e scelte decise.
Quella di oggi, senza dubbio, è stata una risposta importante: anche se per qualche ora, la voce è tornata al popolo. Un popolo umiliato e dimenticato, al quale è stato promesso moltissimo e non è stato dato nulla, nel totale asservimento ai meccanismi sovra-nazionali e alle squallide logiche di palazzo.
Malgrado l’evento fosse a “numero chiuso”, abbiamo schierato centocinquanta militanti, caratterizzando la piazza con le istanze identitarie, sociali e nazionali. Una prova di forza che dimostra, ancora una volta, la capacità militante di Casaggì, che - in condizioni “normali” - avrebbe potuto portare anche il doppio dei partecipanti.
Da oggi, senza sosta, si aprirà una mobilitazione permanente. Il futuro del nostro popolo e della Nazione è ad un bivio: accettare passivamente il baratro o riconquistare la nostra dignità, la nostra sovranità e il nostro destino. Dal canto nostro, come sempre, saremo la prima linea.

Nessun commento:

Posta un commento

Banner 700

Spazio Pubblicitario 3