CasaPound, Rampelli: il sindaco Raggi discrimina chi non è di sinistra - Il Sovranista

Non perdere

Post Top Ad

Spazio Pubblicitario 1

Post Top Ad

Spazio Pubblicitario 2

venerdì 5 giugno 2020

CasaPound, Rampelli: il sindaco Raggi discrimina chi non è di sinistra

"
Di fronte alle decisioni prese nei confronti dell’organizzazione Casa Pound e alle scomposte reazioni di giubilo del sindaco di Roma e dei rappresentanti del Movimento Cinque Stelle ricordo a me stesso che la legge italiana dichiara illegale ogni occupazione abusiva e per quanto si possano avere conclamate convinzioni politico/ideologiche la legge e’ uguale per tutti e va applicata con metodologie equivalenti a tutti i cittadini italiani, qualunque sia l’orientamento politico, culturale o religioso.”
Parole chiare, dirette, che non lasciano dubbi ad interpretazione alcuna, quelle pronunciate da Fabio Rampelli vice presidente della Camera dei Deputati ed esponente di primo piano di Fratelli d'Italia che precisa: “il fatto che a Roma esistano da decenni occupazioni abusive di centri sociali, casali, scuole e palazzi, il fatto che la Procura della Repubblica avesse denunciato traffici illeciti che coinvolgevano note organizzazioni della sinistra, avrebbe imposto sgomberi immediati a sinistra, anche a salvaguardia di quelle famiglie taglieggiate dagli organizzatori che chiedevano canoni di locazione come se l’immobile gli appartenesse. Abbiamo già visto la signora sindaco Raggi immortalarsi a Colle Oppio, come di fronte a Casapound in occasione della rimozione di una scritta in basso rilievo, un comportamento provocatorio degno della peggiore feccia gruppettara.”
“Mai nessun esponente del Partito Comunista Italia, precisa Rampelli, e’ stato cosi’ violento da farsi beffa dei Movimenti di destra. Chi decide di rappresentare i romani al massimo vertice e’ tenuto a rispettarne tutte le sensibilità senza lasciarsi andare a reazioni unilaterali, puerili e offensive. È in atto a Roma, conclude Rampelli una vera e propria persecuzione politica che vede tollerate tutte le occupazioni abusive di sinistra e punite quelle che di sinistra non sono. Questo strabismo discriminatorio e’ inaccettabile”. 

Nessun commento:

Posta un commento

Banner 700

Spazio Pubblicitario 3