Focolaio Mondragone, Rivellini: dove è finito il lanciafiamme di De Luca? - Il Sovranista

Non perdere

Post Top Ad

Spazio Pubblicitario 1

Post Top Ad

Spazio Pubblicitario 2

venerdì 26 giugno 2020

Focolaio Mondragone, Rivellini: dove è finito il lanciafiamme di De Luca?

A Mondragone sta andando in scena un mondo alla rovescia. I mondragonesi, dopo essere stati ligi nel rispetto delle misure anti-covid e mentre aspettavano di poter riprendere le normali attività e l’inizio della stagione turistica, si sono ritrovati nuovamente chiusi in casa, per colpa dei bulgari che abitano le palazzine ex Cirio. E’ lì che si è acceso un nuovo focolaio di Coronavirus e questi clandestini hanno ben pensato di non rispettare il lockdown imposto dalle autorità e sono scappati creando panico e pericolo. I cittadini perbene di Mondragone sono scesi in strada in segno di protesta, praticamente accerchiando le palazzine dei bulgari per difendere la loro casa. Sono nati degli scontri che hanno portato al ferimento di un agente, a cui va tutta la mia solidarietà, e all’arresto di un uomo.
Parole chiare, dirette, che non lasciano dubbi ad interpretazione alcuna, quelle scritte sulla propria pagina Facebook da Enzo Rivellini, ex parlamentare europeo, dirigente di Fratelli d'Italia.
Ora mi chiedo, precisa l'esponente sovranista: dov’è finito il lanciafiamme di Vincenzo DeLuca? Perché è in momenti come questi che bisogna dimostrare la capacità di agire nel bene dei campani. Invece il governatore scappa, dribbla le domande dei giornalisti e non si presenta nel comune centro del focolaio. Questa è la massima espressione del fallimento delle politiche terroriste dello sceriffo, la dimostrazione che gli show, le chiacchiere e il cabaret a reti unificate del presidente non sono altro che tentativi di prenderci in giro. Spero vivamente che De Luca ascolti il mio consiglio al più presto: torna a Salerno

Nessun commento:

Posta un commento

Banner 700

Spazio Pubblicitario 3