Ida Santanelli: la mancata rigenerazione del centro destra, piegato su Mastella, riduce la coalizione al marginalismo - Il Sovranista

Non perdere

Post Top Ad

Spazio Pubblicitario 1

Post Top Ad

Spazio Pubblicitario 2

sabato 27 giugno 2020

Ida Santanelli: la mancata rigenerazione del centro destra, piegato su Mastella, riduce la coalizione al marginalismo

Aggiungi didascalia

Ida Santanelli, quando era dirigente regionale di Fratelli d'Italia, in tempi non sospetti, dalle colonne di questo blog, sosteneva l'idea forza di rigenerare, con necessità ed urgenza il centro destra a Benevento e nella sua provincia con soggetti credibili ed idee innovative.
Da novella Cassandra, almeno su Benevento città, non è stata creduta ed i risultati sono evidenti. Il sindaco della città capoluogo, l'eterno Dc Clemente Mastella, abbandona Forza Italia e passa, a pochi mesi dalle elezioni regionali, nelle file del centro sinistra del governatore uscente, dando vita alla lista civica Noi Campani con De Luca.
Ora Ida Santanelli, in un post pubblicato sulla sua pagina Facebook attacca nani e ballerini del centro destra sannita, che avevano attribuito a Mastella la leadership della coalizione nonostante sia stato l'emblema dell'italico trasformismo.

Mentre nani e ballerine del centrodestra si agitavano con il cappello in mano, salendo le scale di Palazzo Mosti e attribuendo a Mastella la leadership di una coalizione che l'emblema del trasformismo italico non ha mai voluto costruire, la sottoscritta, in splendida solitudine, diceva e scriveva che Mastella avrebbe costruito invece l'ennesimo partitino di centro mobile per sfruttare la sua utilità marginale ed ottenere un posto al sole per sé e per i suoi.
L'ex Ministro della Giustizia, al quale va riconosciuto un'eccellente fiuto e capacitá clientelare, ha predisposto anche il simbolo della lista "Noi campani con De Luca". Altro giro, altra corsa. .
I personaggetti del centrodestra che si illudevano di acquistare visibilità e prebende scimmiottando il mastellismo hanno certificato il loro brillante acume poltronistico, trascinando purtroppo i loro partiti in una penosa posizione ancellare, invece di candidarsi ad essere avanguardia politico/culturale/amministrativa

Nessun commento:

Posta un commento

Banner 700

Spazio Pubblicitario 3