Il consiglio di Cirielli all'aspirante governatore Caldoro: De Luca si batte se lo sfida sulla trasparenza - Il Sovranista

Non perdere

Post Top Ad

Spazio Pubblicitario 1

Post Top Ad

Spazio Pubblicitario 2

martedì 9 giugno 2020

Il consiglio di Cirielli all'aspirante governatore Caldoro: De Luca si batte se lo sfida sulla trasparenza


Il collega Angelo Agrippa, dalle colonne de Il Corriere del Mezzogiorno, "panino" campano del Corriere della Sera, principale quotidiano italiano per numero di copie vendute, sulle elezioni regionali intervista Edmondo Cirielli, Questore della Camera dei Deputati ed esponente di primo piano di Fratelli d'Italia.
Intervista che riportiamo parzialmente

Lei è stato Presidente della Provincia di Salerno e conosce bene Vincenzo De Luca. Come si batte il presidente della Regione uscente?
Costringendolo a fare i conti sui fatti veri: sui fondi Ue non spesi sulla mancata trasparenza nella sanità regionale, sulle vicende che interessano alcuni suoi collaboratori in questi 5 anni. Siamo garantisti, ma tutta l'emergenza Covid 19 è stata affrontata per vecchia mediatica. È stato un bluff e conoscendolo bene, so anche che De Luca scappera' sempre dal confronto pubblico.

In molti tuttavia hanno l'impressione che il centro destra non ci creda nella battaglia elettorale campana. Perché?
Da quando è  stato siglato il patto sulle candidature a novembre e come se fosse passato un secolo.Nel frattempo i rapporti di forza tra alleati si soni fortemente modicati. Fratelli d'Italia continua a crescere nelle aspettative dei cittadini e nel consenso popolare, tanto che stiamo al 16%.

Vuol dire che potreste rivendicare più spazio per le candidature regionali?
Ci accontentiamo di poter rappresentare il centro destra in regioni come Marche e Puglia, anche se restiamo oggettivamente sottistimati.

Sbaglia la Lega a chiedere il candidato presidente in Puglia o in Campania?
Capisco perche' legittima la rivendicazione della Lega. Pigia sul tasto del rinnovamento: parola che a destra ha trovato piena considerazione. Tuttavia non credo che Fitto e Caldoro abbiano governato male le loro regioni. Insomma non
possiamo dire che sono vecchi, perché di fatto non lo sono.

Come finira'?
La situazione è ingarbugliata, ma ho fiducia in Salvini, Meloni e Berlusconi. Riusciranno a trovare la sintesi. Anche perché in Campania, soltanto 6 mesi fa, eravamo dati per vincenti. Oggi ripartiamo in salita e l'avversario da battere, non c'è dubbio, è  De Luca.

Nessun commento:

Posta un commento

Banner 700

Spazio Pubblicitario 3