Lamezia Terme:una generazione che distrugge la storia non ha passato nè futuro, stop Blm. Lo striscione di Azione Identitaria - Il Sovranista

Non perdere

Post Top Ad

Spazio Pubblicitario 1

Post Top Ad

Spazio Pubblicitario 2

lunedì 15 giugno 2020

Lamezia Terme:una generazione che distrugge la storia non ha passato nè futuro, stop Blm. Lo striscione di Azione Identitaria

Una generazione che distrugge la storia non ha passato né futuro. Questo è il testo di uno striscione affisso dai militanti sovranisti di Azione Identitaria Calabria a Lamezia Terme. Una chiara risposta ai vandalismi di monumenti avvenuti a Torino e in molte città italiane ed europee da parte dei militanti della sinistra antagonista dei centri sociali.
Una generazione, precisa Azione Identitaria, che distrugge la Storia non ha passato né futuro", è la nostra risposta ai casi umani italiani ed europei che, importando in Europa il "franchising" americano "Black Lives Matter", colgono al volo una nuova occasione per continuare a vandalizzare e infangare la memoria storica di una intera Civiltà.
Se anche volessero manifestare la loro vicinanza al rapinatore americano nero ucciso, in circostanze poco chiare, dalla polizia, o alla comunità afroamericana, questi nuovi Vandali dovrebbero innanzitutto ricordare che non esiste alcuna "minoranza nera discriminata", o precedentemente schiavizzata in Europa, ma soltanto immigrati recenti, "ospiti" nei nostri Paesi da poche manciate di anni, o decenni. L'Europa è sempre stata un continente pressoché omogeneo, fino all'attuale imposizione politica di una immigrazione globale di massa.
"Black Lives Matter" è già una sigla poco chiara in patria, ed una evidente espressione di una lotta tra diverse lobbies della società e della politica americana: come europei e italiani non ci appartiene. La sua adozione, in Italia ed Europa, come ulteriore scusante per attaccare un mondo di Storia, memoria e identità, è chiaramente soltanto un pretesto per imporre ancora di più il proprio "Mondo Nuovo", kalergiano-orwelliano, da erigere sulle rovine della Civiltà.
Da identitari, diciamo StopBlackLivesMatter e smascheriamo questi teppisti per quello che sono: truppe cammellate del capitalismo tecno-finanziario. Il loro mondo senza Storia, senza Popoli e senza memoria è identico a quello di chi annega ogni bellezza architettonica e naturale nel cemento, elegge il Denaro a nuovo dio e pretende di regolamentare ogni aspetto della vita umana attraverso una dittatura tecno-scientifico-mediatica.
A difesa dei nostri Avi! Ricacciamo teppisti e tiranni nel Tartaro che li ha partoriti!

Nessun commento:

Posta un commento

Banner 700

Spazio Pubblicitario 3