Manifestazioni antirazziste, Cocollini (Lega): "occasione per dare sfogo al più bieco antiamericanismo" - Il Sovranista

Non perdere

Post Top Ad

Spazio Pubblicitario 1

Post Top Ad

Spazio Pubblicitario 2

domenica 7 giugno 2020

Manifestazioni antirazziste, Cocollini (Lega): "occasione per dare sfogo al più bieco antiamericanismo"


"Anche a Firenze come in diverse città  del Nord, del, Centro, del Sud si sono svolte manifestazioni antirazziste in ricordo di George Floyd.  Per le vie cella città hanno sfilato militanti della sinistra antagonista dei centri sociali sventolando bandiere con la falce ed il martello, bandiere cubane, palestinesi e jugoslave".
Parole chiare, dirette, che non lasciano dubbi ad interpretazione alcune quelle pronunciate da Emanuele Cocollini consigliere comunale della Lega che precisa: "stiamo parlando dei sostenitori dei peggiori regimi autoritari della storia dell’umanità  nei quali non esisteva o non esiste nessuna forma di libertà e di rispetto dei diritti umani fondamentali".
 "No, davvero, non si può essere comunisti, titini, anarchici, castristi ed allo stesso tempo antirazzisti. Non si possono accettare lezioni di antirazzismo, continua Cocollini,da personaggi o movimenti le cui ideologie, spesso criminali, hanno penosamente fallito lasciando dietro di sé macerie morali e sociali". 
"La verità è che per una certa Sinistra, la quale ha in odio i valori di libertà-responsabilità-democrazia incarnati dagli Stati Uniti d’Americam spiega il consigliere, e queste manifestazioni rappresentano solo l’occasione dare sfogo al più bieco antiamericanismo e per attaccare la nazione che ha contribuito in modo determinante a liberarci dalla dittatura  peraltro era l’anniversario del D-Day - ed a ricostruire il nostro Paese".
 "Queste iniziative insiste Cocollini, sono esclusivamente un pretesto per attaccare il nostro principale alleato, a prescindere dalla giustezza o validità o verità degli argomenti tirati in causa. Gli USA hanno dimostrato di saper combattere e sconfiggere il razzismo, perché il popolo americano ha consapevolezza dei suoi diritti e del suo potere democratico. Ad una certa Sinistra italiana ,preoccupata, a suo dire, da un montante autoritarismo statunitense, conclude Cocollini -piuttosto di guardare in casa nostra, dove i diritti civili, sociali e democratici degli Italiani sono costantemente minacciati da una gestione della crisi che ha evidenziato l’utilizzo di discutibili provvedimenti amministrativi per sospendere alcun

Nessun commento:

Posta un commento

Banner 700

Spazio Pubblicitario 3