Altro che per le scritte, la Lega si indignasse per come ha ridotto Santa Maria Capua Vetere insieme alla sinistra. La nota di Fiamma Tricolore - Il Sovranista

Non perdere

Post Top Ad

Spazio Pubblicitario 1

Post Top Ad

Spazio Pubblicitario 2

lunedì 13 luglio 2020

Altro che per le scritte, la Lega si indignasse per come ha ridotto Santa Maria Capua Vetere insieme alla sinistra. La nota di Fiamma Tricolore



Ancora messaggi e scritte anonime contro Matteo Salvini e la Lega sono comparse a Santa Maria Capua Vetere, comune di oltre 32 mila abitanti della provincia di Caserta. Scritte davvero brutte, che vanno oltre la normale dialettica politica, anche dei forti contenuti di contrapposizione, quelle comparse in via Tifatina. Scritte che non potevano non creare contrapposizioni e divisioni in città.
A schierarsi contro gli indignati leghisti, offesi per qualche complimento sui muri della città è Fabio Simeone, coordinatore cittadino della Fiamma Tricolore che dichiara: il coordinatore provinciale della Lega che, se da un lato si indigna per qualche complimento sui muri, dall'altro siede in maggioranza con la sinistra.
Quindi pensiamo che, invece di indignarsi per delle scritte, dovrebbe spiegare ai cittadini di Santa Maria Capua Vetere oltre il perché della alleanza con la sinistra, che fine hanno fatto i 18 milioni di euro annunciati, a giugno scorso, dalla maggioranza di cui fa parte per il recupero della scuola Principe di Piemonte e che fine hanno fatto i 5 mln di euro a carico della regione per il rifacimento delle strade cittadine nonché anche il fatto che la città ultimamente sia stata esclusa dai fondi per i beni culturali. Quest'ultimo passaggio soprattutto dovrebbe spiegarlo, conclude Simone, il consigliere Mastroianni che fece da Cicerone al Tgr Campania per i servizi sull' Anfiteatro ed il Mitreo.

Nessun commento:

Posta un commento

Banner 700

Spazio Pubblicitario 3