Caldoro: «De Luca è come Cetto La Qualunque. Andrebbe cacciato a pedate» - Il Sovranista

Non perdere

Post Top Ad

Spazio Pubblicitario 1

Post Top Ad

Spazio Pubblicitario 2

lunedì 20 luglio 2020

Caldoro: «De Luca è come Cetto La Qualunque. Andrebbe cacciato a pedate»

"Sui voltagabbana che sono passati dalla sera alla mattina dal centro destra al centro sinistra solo per potere ho un giudizio negativo. E’ per queste cose che la gente si allontana dalla politica".
Parole chiare, dirette, che non lasciano dubbi ad interpretazione alcuna, quelle pronunciate da Stefano Caldoro, candidato governatore della Regione Campania per la coalizione di centro destra rispondendo ad una domanda dei giornalisti sui continui passaggi di casacca in vista delle prossime elezioni, tra cui quello dell'eterno Dc Clemente Mastella, sindaco di Benevento, da Forza Italia a leader di un movimento civico denominato Noi Campani che sostiene il governatore uscente Vincenzo De Luca, eretico del Partito Democratico  Noi, continua Caldoro, ci affidiamo al voto libero dei cittadini campani, a coloro che non vogliono stare sotto il cappello salernitano.
De Luca, aggiunge Caldoro, senza nominarlo, non ha mai voluto fare un confronto con me in passato. C'è sempre stata una sedia vuota nelle trasmissioni. Solo una volta venne e nel sondaggio finale uscì maluccio. Lui quando parla da solo è bravo perché è un'operetta: Cetto La Qualunque.

La situazione delle ecoballe a Villa Literno, in provincia di Caserta, continua Caldoro, è scandalosa, su 71 piazzole ne hanno tolte sei, questo è il fallimento dell'amministrazione De Luca. Ricordate la visita di Renzi nel 2016 quando disse con De Luca che le ecoballe sarebbero state tolte in tre anni e se ciò non veniva fatto, la gente li avrebbe dovuti cacciare a pedare. Ebbene, conclude Caldoro, siamo nel 2020 e l'eco-balle sono ancora lì ma questa gente si ricandida, andrebbe invece cacciata a pedate.





Nessun commento:

Posta un commento

Banner 700

Spazio Pubblicitario 3