Dalla lista Caldoro a De Luca presidente, l'incredibile salto della quaglia del consigliere Mocerino. La denuncia di Salvatore Ronghi - Il Sovranista

Non perdere

Post Top Ad

Spazio Pubblicitario 1

Post Top Ad

Spazio Pubblicitario 2

sabato 18 luglio 2020

Dalla lista Caldoro a De Luca presidente, l'incredibile salto della quaglia del consigliere Mocerino. La denuncia di Salvatore Ronghi


Come cattiva tradizione, consolidata nel tempo, continuano gli spostamenti ed i salti sul carro del presunto vincitore delle prossime elezioni regionali, Vincenzo De Luca, eretico del Partito Democratico, di candidati provenienti dalle file del centro destra.
Dopo i casi eclatanti di Flora Beneduce, approdata nelle file di Italia Viva e di Paola Raia,( lista De Luca) arriva ad affollare la compagine del governatore uscente anche Carmine Mocerino, presidente della Commissione consiliare anti camorra dell'attuale consiglio regionale.
Il consigliere, eletto nel 2015 con la lista "Caldoro Presidente ha annunciato il passaggio, armi e bagagli al centro sinistra dove sarà candidato nella lista De Luca presidente. Da una lista di un governatore all'altro come se nulla fosse.
A denunciare l'ultimo salto della quaglia di un esponente del centro destra che a poco di due mesi dalle elezioni regionali passa con il governatore uscente Vincenzo De Luca è Salvatore Ronghi, dirigente nazionale di Fratelli d'Italia, in un post, pubblicato sulla sua pagina Facebook che riportiamo integralmente.

L’ex capolista della lista Caldoro, Carmine Mocerino, eletto grazie ai tanti sacrifici di uomini e donne del Nuovo PSI che si fecero da parte per fargli spazio, ha tradito. Addirittura sostiene che da tempo aveva ottimi rapporti con De Luca. Insomma con i nostri voti ha fatto già da stampella a De Luca , mentendo agli elettori del Centrodestra ed oggi lo va a sostenere ufficialmente. Quanti errori fatti in questi anni dal cdx! Noi apparteniamo a quegli uomini che non hanno pura di lottare e lo faremo e lo farò fino in fondo per sostenere Fratelli d’Italia. E senza retorica grido: BOIA CHI MOLLA!

1 commento:

  1. Toh? Mocerino come la Polverini. Tradire non è solo un film di Tinto Brass ma continua ad essere la conferma delle analisi del DNA Italiano. In Italia potrebbero eliminare dal calendario 364 giorni e alla domanda "Che giorno è oggi"? La risposta sarà: E' sempre 8 settembre.

    RispondiElimina

Banner 700

Spazio Pubblicitario 3