Recovery Fund - Bagnai(Lega): "la grande vittoria negoziale è solo propaganda" - Il Sovranista

Non perdere

Post Top Ad

Spazio Pubblicitario 1

Post Top Ad

Spazio Pubblicitario 2

venerdì 24 luglio 2020

Recovery Fund - Bagnai(Lega): "la grande vittoria negoziale è solo propaganda"


di Carlo Alberto Paolino

Accantonata la definizione di “Res Publica” delle banane, ora va di moda quella dei “decretum” arricchita con una “vittoria mutilata” con l'intesa raggiunta al vertice europeo sul Recovery Fund ed il Bilancio Ue 2021-2027. 
Il premier italiano Giuseppe Conte esulta, esulta anche il presidente del Consiglio europeo Charles Michel, esultano tutti al risultato del presidente del Consiglio che ritorna da Bruxelles con un “corredo” da 209 miliardi.
Il saggista Ezra Pound sosteneva che un "Un popolo che non s’indebita fa rabbia agli usurai." Alberto Bagnai economista e senatore della Lega Salvini-Premier avvalora il pensiero del saggista, dichiarando che La Germania e la Francia, mediatrici primari con i paesi frugali, non hanno nessuna intenzione di avere un’Italia forte, ma invece un'Italia che  abbia un’economia debole e sottomessa alla burocrazia europea. Quindi niente trionfalismi dato che dovremmo spendere dei soldi, non regalati, rispettando una serie di condizioni non ancora conosciute, soldi che poi non arriveranno subito perché vanno raccolti sui mercati e i cittadini già stroncati dall'emergenza sanitaria dovranno aspettare nel lontano ….. 2023.
Qui non si tratta di polemizzare l’accordo del “secolo”, noi come Lega, ricorda Bagnai, avevamo proposto uno scostamento di 100 miliardi sul Patto di Stabilità che sarebbe stato immediato grazie alla Bce.
 Ben vengano quindi le parole del Leader della Lega Matteo Salvini e del guru Bagnai, se per versare meno contributi all'Europa dobbiamo perdere autonomia attaccandoci al cappio dell’austerità, Noi  non ci stiamo.

Nessun commento:

Posta un commento

Banner 700

Spazio Pubblicitario 3