Salerno anche il sindaco Palmieri lascia la Lega e si dimette dall'Anci - Il Sovranista

Non perdere

Post Top Ad

Spazio Pubblicitario 1

Post Top Ad

Spazio Pubblicitario 2

mercoledì 1 luglio 2020

Salerno anche il sindaco Palmieri lascia la Lega e si dimette dall'Anci

Pino Palmieri, sindaco di Roscigno, comune di poco meno di 700 abitanti della provincia di Salerno, esponente della Lega e membro dell'Associazione Nazionale Comuni d'Italia,  dice addio al movimento politico guidato da Matteo Salvini e si dimette anche dall'Anci dove era stato votato in quota Lega.
Il gesto ci viene spiegato, con maggiori dettagli, da un articolo della collega Mariateresa Conte pubblicato su Anteprima 24 che riportiamo parzialmente.

Prima delle elezioni politiche – ha spiegato Pino Palmieri in una missiva aperta indirizzata ai suoi elettori e amici – avevo aderito alla Lega in modo convito, in segno di rottura con il “sistema politico” esistente sul territorio. A distanza di quattro anni – ha sottolineato – devo ricredermi. Parole come territorio, appartenenza e militanza sono tutte cose dette e ridette. Solo scelte calate dall’alto condite dal solito trasformismo politico, accompagnate da una classe dirigente locale non adeguata alla gestione che ha prodotto valore pari a zero-ha tuonato il primo cittadino. Il salernitano – ha chiosato Palmieri – è diventato terra di conquista per chi non vive giornalmente la nostra terra e cerca solamente di utilizzarci come passerella politica-elettorale. Sono stato sempre uomo di destra e con la schiena dritta e non ho mai cercato affermazioni personali utilizzando l’arma della ipocrisia. Dio, patria e famiglia, sono la mia strada politica”.

Una missiva dai toni forti quella del primo cittadino, politico di razza del territorio salernitano, conosciuto in tutta Italia per le battaglie a tutela del territorio, della legalità, dei lavoratori idraulico-forestali, dei contadini e della sua gente, ma anche per le drastiche scelte politiche-istituzionali per il suo comune quali azioni per la risoluzione di importanti problematiche come conseguenza alle mancate risposte ai territori dell’entroterra montano da parte delle Istituzioni sovracomunali. Palmieri però, è stato anche tra i primi amministratori italiani, a rinunciare al vitalizio per la carica di consigliere regionale ricoperta con l’allora presidente della Regione Lazio, Renata Polverini.

Proprio Palmieri inoltre, è stato tra i primi amministratori della provincia di Salerno ad iscriversi alla Lega. Tessera al partito che da oggi però, è solo un ricordo, dopo essersi dimesso dalla Lega, Palmieri, ha inviato le dimissioni dall’Anci Campania: “Non essendo più un tesserato della Lega – spiega – non posso più rimanere in carica su una posizione indicata dal mio ex partito. Purtroppo – aggiunge – ho un difetto: coerenza e correttezza nelle scelte”.

Nessun commento:

Posta un commento

Banner 700

Spazio Pubblicitario 3