La promessa di Mercogliano(Pdf) a Stefano Caldoro: i nostri voti in cambio di scelte a favore della vita e della famiglia - Il Sovranista

Non perdere

Post Top Ad

Spazio Pubblicitario 1

Post Top Ad

Spazio Pubblicitario 2

sabato 29 agosto 2020

La promessa di Mercogliano(Pdf) a Stefano Caldoro: i nostri voti in cambio di scelte a favore della vita e della famiglia


Luigi Mercogliano, già candidato Sindaco di Napoli nel 2016 con il Popolo della Famiglia - Movimento politico di ispirazione cattolica nato da una costola del Family day - irrompe in questa campagna elettorale lanciando un messaggio a Stefano Caldoro, candidato presidente per il centrodestra, offrendogli i voti dei cattolici a patto che lui riveda le sue posizioni su valori come famiglia naturale, omogenitorialità, interruzione volontaria di gravidanza e fine vita. Tutte tematiche care al popolo del Family day sulle quali però il socialista Caldoro ha posizioni molto laiche, sulle quali esiste una diversa sensibilità nella stessa coalizione che lo sostiene. Per l'occasione, Mercogliano ha divulgato un comunicato stampa nel quale ha ricordato a Caldoro l'incontro che i due ebbero nel marzo del 2017, nel quale l'ex presidente della Regione Campania prese impegni concreti a favore delle politiche in difesa della vita e della famiglia che però Mercogliano sostiene che non avrebbe mantenuto. Questi il comunicato dell'esponente cattolico del PdF Napoli.
Non siamo certi che Stefano Caldoro ce la possa fare contro De Luca. Ma se si dichiara disponibile, una volta rieletto Presidente della Regione Campania, a bloccare la legge dispensa mancette sul contrasto (utilizzato solo come pretesto) alle discriminazioni di genere votata dal centro sinistra il 5 agosto scorso con una palese violazione del regolamento del Consiglio regionale fatta con una forzatura da parte del vice Presidente Bonavitacola nella conferenza dei capigruppo, proporremo al direttivo provinciale e regionale del Popolo della Famiglia, che si riunirà a Napoli entro la prima settimana di settembre, di non lasciare libertà di coscienza ai nostri elettori e simpatizzanti sul candidato presidente limitandoci a indicare soltanto i nominativi dei candidati alla carica di consigliere che si dichiareranno disponibili a firmare il #PattoperlaFamiglia, ma proporremo di esprimere anche una chiara e netta indicazione sul candidato Presidente. Stefano Caldoro, in questo nostro incontro del marzo del 2017 alla presenza del dirigente regionale del PdF Luigi D'alessio, si dichiarò disponibile a sostenere le istanze pro life e pro family. Ma poi venne meno a questo impegno. Il Popolo della Famiglia alle europee del 2019 ha preso migliaia di voti in ogni provincia della Campania. Alle regionali il nostro movimento non ha presentato liste. Caldoro è avvisato: se vuole questi voti deve fare una scelta a favore della #Vita e della #Famiglia chiara netta e inequivocabile. Anzi, facciamo in questo modo: il 17 settembre Mario Adinolfi sarà a Napoli per chiudere la campagna elettorale: invitiamo Stefano Caldoro ad intervenire ufficialmente e assieme al nostro leader nazionale e al movimento campano e napoletano ad affermare chiaramente da che parte sta. Tutti sappiamo riempire le liste col rosso o col nero a seconda delle necessità e delle opportunità. Ma la corsa a Presidente della Regione è un'altra cosa. In questo caso occorrono i fatti concreti e le scelte chiare, non le parole al vento. Il Popolo della Famiglia ha parlato. La parola adesso a Stefano Caldoro.

Nessun commento:

Posta un commento

Banner 700

Spazio Pubblicitario 3