Le giravolte del candidato Focone: da Adinolfi con Leu a Salvini con Caldoro - Il Sovranista

Non perdere

Post Top Ad

Spazio Pubblicitario 1

Post Top Ad

Spazio Pubblicitario 2

martedì 25 agosto 2020

Le giravolte del candidato Focone: da Adinolfi con Leu a Salvini con Caldoro

Giuseppe Focone, candidato indipendente nelle fila della Lega Salvini Premier, in un recente passato, è  stato dirigente di peso del Popolo della Famiglia, raggruppamento cattolico centrista guidato da Mario Adinolfi.
In qualità di dirigente del Popolo della Famiglia, alle ultime amministrative di Melito, popoloso e popolare comune della città metropolitana di Napoli strinse un alleanza con il dottor Pietro D'Angelo candidato per Mdp Liberi e Uguali degli allori ex Presidente della Camera dei Deputati Laura Boldrini ed ex Presidente del Senato della Repubblica Piero Grasso, provando a spostare l'asse del Pdf  verso sinistra contro la destra sovranista e reazionaria con cui oggi è  candidato come ci ricorda Augusto Lepore militante del Popolo della Famiglia  che ci ha inviato una lettera che pubblichiamo integralmente.


Quando il generoso alfiere campano di Mario Adinolfi strinse la santa alleanza per Melito di Napoli con Pietro D'angelo, candidato sindaco per MdP Liberi e Uguali e Articolo 1 di Boldrini e Piero Grasso, gli ponemmo la domanda se fosse opportuno che un movimento di chiara estrazione cattolica quale era il Popolo della Famiglia di Mario Adinolfi stipulasse alleanze con esponenti di Boldrini e Grasso, pro gender, pro matrimonio omosessuale, pro immigrati, pro famiglie arcobaleno, pro aborto e pro eutanasia. E lui ci spiegò in una stanza all'hotel Alabardieri dove riuniva i suoi del Popolo pidieffino napoletano, che Mario Adinolfi era un uomo di sinistra e che ad esempio sulla questione migranti non la pensava come Salvini e Meloni. Quindi, con qualche distinguo, Giuseppe Focone affermava candidamente che quel laboratorio politico era un esperimento importante per spostare l'asse del PdF a sinistra contro le destre fasciste e reazionarie. Qualche anno dopo Focone lasciò Adinolfi assieme a Gianfranco Amato per formare l'associazione Nova Civilitatis che ha aderito alla Lega di Matteo Salvini per la quale oggi è candidato al consiglio regionale nella circoscrizione di Napoli e Provincia. Chissà cosa penserebbe Salvini se sapesse che un suo candidato cenava assieme agli esponenti di MdP Leu e Art.1, gli stessi che hanno votato a favore dell'autorizzazione a processarlo per i noti fatti legati alla questione migranti!
 Augusto Lepore Militante del Popolo della Famiglia Campania

Nessun commento:

Posta un commento

Banner 700

Spazio Pubblicitario 3