Amministrative 2020, Riva Destra: orgogliosi del sostegno dato a Giorgia Meloni. In arrivo "nostri" nuovi eletti - Il Sovranista

Non perdere

Post Top Ad

Spazio Pubblicitario 1

Post Top Ad

Spazio Pubblicitario 2

martedì 22 settembre 2020

Amministrative 2020, Riva Destra: orgogliosi del sostegno dato a Giorgia Meloni. In arrivo "nostri" nuovi eletti

I risultati delle regionali sono oramai definitivi, da stamattina e' in corso il conteggio delle preferenze per le liste di Fratelli d'italia, sia sulle stesse regionali che sulle comunali, ove Riva Destra aveva direttamente presentato diversi suoi esponenti o ne aveva sostenuti ufficialmente, con tanto di lista completa pubblicata da ilsovranista.info. In attesa del comunicato ufficiale dei vertici del movimento federato al partito guidato da Giorgia Meloni, cogliamo le prime reazioni all'interno, mentre arrivano le prime buone notizie per Riva Destra dalla Liguria sulle regionali alla Calabria, con i nuovi eletti tra i suoi dirigenti. Per Massimiliano De Noia, coordinatore provinciale di Brindisi, "Riva Destra ha partecipato alla prima tornata elettorale in senso unitario a livello nazionale. Lo ha fatto in maniera ovviamente gregaria, ma di assoluto rilievo. Ci è servita a farci le ossa e iniziare a piantare paletti per le prossime volte". Per quanto riguarda la Puglia, De Noia fa notare come "i grillini hanno scelto il modo più penoso per scomparire: vendersi il voto disgiunto per arruffare un posto alla regione". Passando in Calabria, Gianni Iaconis, coordinatore provinciale di Crotone e candidato al consiglio comunale, osserva come "Riva Destra ha offerto un apporto di voti e di persone a FdI così importante che ci rende orgogliosi: ci siamo legittimati come fattivi supporter e lo stiamo confermando sempre di più". Gli fa eco Alessandro Ferrara, coordinatore comunale di Vibo Valentia: "il dato significativo è quello della vittoria nelle Marche. Dopo tantissimi anni si va al governo e se ciò è stato possibile, lo si deve anche al nostro modesto apporto, come in tutta Ialia. Il nostro e' un movimento coeso che ha basato il suo operato sulla lealtà e la trasparenza che hanno sempre contraddistinto la strada percorsa. Fratelli d’Italia sta raccogliendo i frutti dell’ottimo lavoro sin qui fatto da ogni singolo militante". E' diretto il pensiero che viene dalla Sicilia: Nello Bongiovanni, consigliere comunale, passato dalla Lega di Salvini a Riva Destra, nel siracusano, ove e' coordinatore provinciale di Riva Destra: "15 regioni su 20 sono governate dal centro destra, con presidenti anche di Fratelli d'Italia e quindi abbiamo vinto su tutti i fronti". Anche dal Lazio arrivano le prime reazioni: per Lorenzo Loiacono, coordinatore di Roma Capitale, "le elezioni regionali hanno visto crescere Fratelli d’Italia come dato nazionale. Riva Destra presente nelle regioni al voto con il suo contributo costante ci sta dando grandi soddisfazioni e questo è un altro dato positivo". Sempre a Roma Maurizio Saudelli, coordinatore di Riva Destra nel Municipio XI, "esulto per la vittoria nelle Marche, essendo marchigiano da parte paterna e per la partecipazione unitaria a livello nazionale della grande comunitaà militante di Riva Destra. Le Marche dopo decenni vengono liberate. È un dato di fatto stop! Guardiamo ancora avanti perché le battaglie politiche sono solo all'inizio e serve unità, umiltà e lavoro, alias pedalare....". Maria Bardi, coordinatrice del Municipio XV, parla di "vittoria: Marche le abbiamo prese, anche se non ancora ufficiale, il partito cresce ovunque e stiamo aspettando gli esiti dei nostri candidati". E ancora Fabrizio Cecchetti, romano, dirigente nazionale, "ci portiamo a casa una regione, le Marche, da sempre rossa! In Puglia si poteva forse fare di più. Aspettiamo i risultati dei nostri candidati e andiamo avanti così". Per Loredana Vaccarotti, neocoordinatrice provinciale di Viterbo, che il 4 ottobre prossimo inaugurera' con Magdi Allam e un esponente del Front National francese, oggi R.N., punta il dito "contro Luigi DI MAIO, che si è affrettato a parlare di 'risultato storico': non una parola ovviamente, sul flop grillino, in linea con le sconfitte incassate negli ultimi cinque anni. Difendo in Puglia la scelta di Fitto, non credo che sia stata azzardata ma consapevole, poichè Emiliano è ben radicato sul territorio". Chiosa in ultimo Enrico Kauffmann, capo della Segreteria Politica Nazionale di Riva Destra:"siamo in attesa di conoscere i risultati dei 'nostri candidati e si profila un aumento del numero dei nostri eletti. prima di oggi per lo piu' traghettati da liste civiche. Siamo alla consacrazione della crescita di consensi di FdI, sino a ieri solo ipotizzata da sondaggi. Straordinaria, infatti, appare l’affermazione di Acquaroli nella Regione Marche, che solo avventati sensazionalismi giornalistici (7 a 1), lasciati trapelare in sequenza negli ultimi tempi, né 'scemano' l’importanza, comunque sotto gli occhi di tutti". Torna anch'egli sulla Puglia, "ritengo che la scelta di Fitto in Puglia -che senza infingimenti sembra essere stato messo sul banco degli imputati- sia stata una scelta di sintesi opportuna. Credo che la perdita più grossa l'abbia incassata il M5S".

Nessun commento:

Posta un commento

Banner 700

Spazio Pubblicitario 3