Comunali 2020, crolla il feudo leghista di Lesina. Il candidato sindaco sconfitto dalla astensione - Il Sovranista

Non perdere

Post Top Ad

Spazio Pubblicitario 1

Post Top Ad

Spazio Pubblicitario 2

martedì 22 settembre 2020

Comunali 2020, crolla il feudo leghista di Lesina. Il candidato sindaco sconfitto dalla astensione

Lesina è un comune di poco più di 6 mila abitanti della provincia di Foggia, chiamato alle urne per eleggere il nuovo sindaco ed il nuovo consiglio comunale.
A presentarsi al corpo elettorale è stata un' unica lista denominata Lesina Azzurra che ha indicato come candidato sindaco Primiano Di Mauro, esponente della Lega. Un esultante Salvini, nel corso della campagna elettorale, esultava per la conquista del primo sindaco leghista in provincia di Foggia. Elezione mancata perché non è stato raggiunto il quorum.
Un classico goal divorato a porta vuota, per usare un termine caro agli amanti del gioco del calcio. A vincere sono stati i tre comitati popolari che avevano invitato la popolazione ad astenersi dal voto. Infatti in casi di lista unica, il voto alle amministrative è valido se e solo se si supera il quorum del 50% +1 dei votanti. La Lega, sostenuta dall'europarlamentare Massimo Casanova, è riuscita a portare alle urne solo il 49,1% degli elettori non raggiungendo per 58 voti il quorum.


Nessun commento:

Posta un commento

Banner 700

Spazio Pubblicitario 3