Giuseppe Alviti e la mancata contestazione a Salvini sul palco: sono stato bloccato da persone dell'organizzazione - Il Sovranista

Non perdere

Post Top Ad

Spazio Pubblicitario 1

Post Top Ad

Spazio Pubblicitario 2

venerdì 11 settembre 2020

Giuseppe Alviti e la mancata contestazione a Salvini sul palco: sono stato bloccato da persone dell'organizzazione


Giuseppe Alviti, candidato alle prossime elezioni regionali di domenica 20 e lunedì 21 settembre nelle fila di Forza Italia, in qualità di indipendente, aveva annunciato una civile e democratica contestazione a Matteo Salvini, in occasione del comizio della Lega previsto per venerdì 11 settembre a Piazza Giacomo Matteotti con inizio alle ore 18,00.
Il candidato Alviti, invitato dal consigliere Vincenzo Moretto, consigliere comunale partenopeo della Lega, era pronto a salire sul palco per chiedere un chiarimento con il leader Salvini e per poter ascoltare, con le proprie orecchie, le scuse che il leader leghista avrebbe dovuto fare a Napoli ed ai napoletani.
Per l'occasione Alviti avrebbe formulato la propria solidarietà al leader politico vittima di una aggressione nei giorni scorsi a Pontassieve, in provincia di Firenze, da parte di una giovane donna congolese ma quando era pronto a salire sul palco, ci informa l'esponte azzurro che abbiamo sentito telefonicamente, è stato avvicinato da alcune persone dell'organizzazione ed è stato portato a parlare con un referente che gli ha ribadito due cose: l'impossibilità a salire sul palco per l'intervento e la nullità dell'invito ricevuto dal consigliere Moretto che non ha avuto ed ha alcuna voce nell'organizzazione.


Nessun commento:

Posta un commento

Banner 700

Spazio Pubblicitario 3