Sylos Labini, da Gentile alla Azzolina: il barbaro segno dei tempi - Il Sovranista

Non perdere

Post Top Ad

Spazio Pubblicitario 1

Post Top Ad

Spazio Pubblicitario 2

sabato 12 settembre 2020

Sylos Labini, da Gentile alla Azzolina: il barbaro segno dei tempi


Mentre Saviano prende le distanze dal Pd, mandando in crisi di nervi la già agonizzante sinistra italiana che cerca in Muccino, nella coppia Fedez – Ferragni con qualche sardina lessa, i nuovi guru del pensiero unico (unico nel senso che è già tanto se hanno un solo pensiero), la scuola italiana dopo mesi di chiusura riapre nell’incertezza totale.Le chat dei genitori in queste ore stanno esplodendo ed i poveri rappresentanti di classe sono subissati di domande alle quali non sa rispondere nemmeno la Azzolina. Si ricomincia con regole interpretabili da insegnanti e presidi che si sono già organizzati nei giorni scorsi in una protesta contro questo governo di incompetenti. Come tutti i surreali DPCM ai quali Kim Jong Conte ci ha abituati, anche il Decreto Scuola è pieno di zone d’ombra. Tralasciamo per un attimo i banchi a rotelle o monouso, i finestrini degli scuolabus aperti anche d’inverno per cambiare l’aria e soffermiamoci sulle cosiddette aule Covid, come ci racconta Edoardo Sylos Sabini dalle pagine virtuali del mensile Cultura Identità in un interessante articolo che potete leggere cliccando qui 

Nessun commento:

Posta un commento

Banner 700

Spazio Pubblicitario 3