Campania, Carroccio nel pantano. Dopo l'addio di Barbaro c'è il rischio di una "diaspora" - Il Sovranista

Non perdere

Post Top Ad

Spazio Pubblicitario 1

Post Top Ad

Spazio Pubblicitario 2

domenica 18 ottobre 2020

Campania, Carroccio nel pantano. Dopo l'addio di Barbaro c'è il rischio di una "diaspora"

Dopo la clamorosa quanto inaspettata uscita dal partito di Claudio Barbaro, l'unico senatore eletto in Campania, alle ultime politiche, il Carroccio sembra avere le ruote impantanate.  In una terra definita con l'appellativo di felix dagli antichi romani, dopo il clamoroso flop spacciato da risultato storico dal commissario regionale Nicola Molteni, con solo il 5,7% dei consensi conquistati, il rischio di una diaspora verso Fratelli d'Italia è  davvero dietro l'angolo, anche in considerazione del fatto che la truppa consiliare è  tutto fuorché leghista doc( basta leggere il curriculum vitae di 2 dei 3 consiglieri regionali d8 cultura ed osservanza democratico cristiana). In fondo, in questa politica post ideologica dai carri si sale e si scende, l'importante è  trovare prima l'occasione per essere eletti , per poi scendere dal Carroccio e provare magari la comodità del nuovo taxi chiamato Fratelli d'Italia. Tra i papabili a salire sul taxi meloniano, secondo voci ricorrenti che girano negli ambienti leghisti sarebbe il deputato Pina Castiello, che resterebbe con Salvini solo se prenderà il posto di coordinatore occupato dal deputato lombardo Nicola Molteni.


Nessun commento:

Posta un commento

Banner 700

Spazio Pubblicitario 3