L' idea trita e ritrita di Cantalamessa per il centro destra: un candidato sindaco di Napoli espressione della società civile - Il Sovranista

Non perdere

Post Top Ad

Spazio Pubblicitario 1

Post Top Ad

Spazio Pubblicitario 2

domenica 11 ottobre 2020

L' idea trita e ritrita di Cantalamessa per il centro destra: un candidato sindaco di Napoli espressione della società civile

Candidati civici, espressioni della società civile e dell'impresa, scelti possibilmente fuori dai partiti per allargare la coalizione di centro destra, da scegliere velocemente, possibilmente entro la fine dell'anno. Partendo dai nomi, senza spartizioni tra le forze politiche, seguendo il sempre attuale e mai fuori moda manuale Cencelli, come è accaduto alle ultime elezioni regionali. Nei giorni scorsi, Matteo Salvini, Giorgia Meloni e Antonio Tajani, insieme a Giancarlo Giorgetti, Ignazio La Russa e Lica Ronzulli, hanno fatto il punto sulle comunali del 2021, con ben 21 capoluoghi alle urne, tra cui Roma, Milano, Napoli, Torino stabilendo queste regole d'ingaggio.
L'idea forza dei candidati sindaci civici, espressione della cosiddetta società civile è stata già provata, con scarsi risultati, a Napoli, nelle ultime due elezioni amministrative, dove il centro destra che non era terza coalizione della città dopo Centro Sinistra e Cinque Stelle. In entrambi i casi fu candidato Gianni Lettieri, l'imprenditore prestato alla politica, individuato da Silvio Berlusconi. Sia nel 2010 che nel 2015 al turno di ballottaggio fu pesantemente sconfitto dall'uscente Luigi De Magistris.
Tentare un'altra volta la carta del candidato sindaco civico per il centro destra sarebbe un suicidio. Certo si rispetterebbe l'antico proverbio non c'è due senza tre.... 
Napoli ha bisogno di un sindaco squisitamente politica, idoneo e capace  nel proprio campo professionale, dotato di una preparazione ben strutturata. Un candidato sindaco per il centro destra che non abbia velleità politica di respiro nazionale e/o internazionale, ma che si dedichi, anima e corpo, al tentativo di risoluzione dei problemi di una città non governata negli ultimi 10 anni dal sindaco De Magistris che vola, giorno dopo giorno, verso il baratro.
L'idea di un candidato sindaco di Napoli espressione della società civile, nonostante i precedenti tentativi andati a vuoto piace ancora a Gianluca Cantalamessa deputato della Lega come dimostra la risposta alle domande ad un intervista concessa alla collega Loredana Lerose per Cronache di Napoli.
Domande e risposte che riportiamo integralmente.

Il risultato alle Regionali è  stato al di sotto delle aspettative. In cosa avete sbagliato?Era la prima volta che la Lega partecipava alle regionali e in termine di valore assoluto l'aver eletto 3 consiglieri rappresenta un dato importante per lo scenario politico campano. Il centro destra non ha avuto il risultato sperato ma i cittadini hanno riservato alla Lega un ruolo importante che ci porterà a dire la nostra. Adesso dobbiamo prepararci alle amministrative dell'anno prossimo a Napoli, Caserta, Salerno e Benevento.

Salvini ha detto che in accordo con Meloni e Tajani i criteri di selezione dei candidati sindaco saranno diversi da quelli utilizzati per le regionali. Puntando sulla società civile non pensa si legittimi il pensiero che non esiste una classe dirigente all'altezza? LEei non è disponibilecome candidato a Palazzo San Giacomo.


L'idea è quella di individuare u  esponente della società civile che possa rappresentare quella parte di cittadini  che non si ritrova nel centro destra al potere a Napoli da trent'anni. Io sono pienamente d'accordo con Salvini dobbiamo parlare alla maggioranza dei napoletani che non è di sinistra ma che ha preferito questo schieramento al centro destra che non ha saputo esprimere candidati migliori. La Lega ha dimostrato già in questa tornata elettorale di dedicare massima attenzione nella composizione delle liste, scegliendo persone esperte di politica non colluse con la mala politica. Serve un nome che vada oltre gli schieramenti politici e che abbia le caratteristiche giuste per rimediare ai disastri dell'amministrazione De Magistris che, ormai sono sotto gli occhi di tutti. Per quanto riguarda me, come le ho appena detto cerchiamo un nome che vada oltre i partiti per parlare a tutta la città,

Nessun commento:

Posta un commento

Banner 700

Spazio Pubblicitario 3