La Lega perde i pezzi al Sud, ma non sta bene neanche al Centro - Il Sovranista

Non perdere

Post Top Ad

Spazio Pubblicitario 1

Post Top Ad

Spazio Pubblicitario 2

lunedì 19 ottobre 2020

La Lega perde i pezzi al Sud, ma non sta bene neanche al Centro

Tre ex leghisti. Un deputato, un senatore, un parlamentare europeo che lasciano il Carroccio e vanno nel gruppo misto, per differenti motivi: l'essere andati troppo a destra, in Italia ed in Europa, per divergenze politiche su una legge approvata
Tre eletti, unico denominatore comune: l'essere meridionali. Tre uomini con alle spalle esperienze istituzionali in partiti, anche fieri avversari della allora Lega Nord. Il deputato Carmelo Lo Conte, autentico globetrotter della politica, con un passato nelle fila del Movimento per le Autonomie di Raffaele Lombardo prima, nel Centro Democratico di Bruno Tabacci, infine nel Partito Socialista Italiano, prima di avere la fascinazione per la Lega nazionale di Salvini, il senatore Claudio Barbaro, con una storia politica di destra, nel Movimento Sociale Italiano prima, in Alleanza Nazionale,  in Futuro e libertà,  con il Movimento nazionale per la sovranità, infine, Andrea Caroppo, parlamentare europeo, con un passato in Forza Italia.

La Lega nazionale di Salvini, nonostante i rinforzi degli ultimi mesi, giunti da Forza Italia e dal Movimento Cinque Stelle ha un problema. Perde pezzi. In primis al Sud. Tutto fa pensare, come ci racconta il collega Massimiliano Lussuana dalle colonne virtuale di Tiscali News che Lo Monte, Barbaro, Caroppo non siano gli ultimi di una serie, in tutta Italia, isole comprese.

 




Nessun commento:

Posta un commento

Banner 700

Spazio Pubblicitario 3