Silvia Sardone(Lega): le minacce di stupro e di morte non mi fermano,no alla moschea - Il Sovranista

Non perdere

Post Top Ad

Spazio Pubblicitario 1

Post Top Ad

Spazio Pubblicitario 2

lunedì 5 ottobre 2020

Silvia Sardone(Lega): le minacce di stupro e di morte non mi fermano,no alla moschea


Puttana di merda, razzista del cazzo, ti entriamo in casa e ti stupriamo noi stranieri forse non hai capito. Questo è il testo di uno dei tanti messaggi di insulti che sulla propria pagina Facebook ha ricevuto Silvia Sardone, deputato europeo e consigliere comunale della Lega, impegnata, insieme ad altri esponenti del centro destra, in una lotta contro l'istallazione di una moschea provvisoria che il comune di Milano intende installare nell'area di via Novara. La combattiva esponente della Lega, non curante delle minacce di morte, di stupro continua imperterrita la sua lotta politica come dimostra quanto dichiarato sulla sua pagina Facebook che riportiamo fedelmente.




Da giorni ricevo sui miei canali social minacce di morte, di stupro e insulti feroci per il mio no, condiviso da tutta la Lega e dal centrodestra, alla moschea provvisoria che il Comune di Milano intende installare nell’area di Via Novara.Questi insulti, moltissimi dei quali provenienti da profili di stranieri, evidenziano, una volta di più, che c’è un odio latente verso coloro che osano chiedere regole, controlli, sicurezza in merito al tema delle moschee.
Non saranno certo queste minacce di stupro o di morte a fermarmi dal denunciare la sottomissione del Pd a certe comunità islamiche. Continuerò a stare al fianco dei cittadini che chiedono la chiusura delle moschee abusive, dopo aver ascoltato per anni le promesse del Sindaco Sala ed essere poi rimasti delusi. Ho già dato mandato al mio avvocato per denunciare questa gentaglia.
Ribadisco che le minacce di questi frustrati non mi fermeranno, la nostra battaglia a testa alta al fianco dei milanesi che dicono no alla moschea continuerà

Nessun commento:

Posta un commento

Banner 700

Spazio Pubblicitario 3