Calabria ,Lega nel caos: "Salvini licenzia tutti" - Il Sovranista

Non perdere

Post Top Ad

Spazio Pubblicitario 1

Post Top Ad

Spazio Pubblicitario 2

sabato 14 novembre 2020

Calabria ,Lega nel caos: "Salvini licenzia tutti"

 



di Igor Colombo

Mentre in Calabria tiene banco la questione del commissariamento della sanità dopo l’allontanamento del generale Cotticelli e tutte le polemiche seguite non solo alle sue dichiarazioni rilasciate nelle tv nazionali , ma anche per quelle relative alla nomina del suo successore, dott. Zuccatelli, che pare stia mettendo in crisi anche la tenuta del governo stesso, un altro Tsunami si sta abbattendo da quelle parti e questa volta tutto politico ed interno al partito della Lega. Che il partito del Carroccio sia in crisi in Calabria questa è storia risaputa. Dopo essere stato infatti commissariato dal duo Invernizzi-Rauti e con la successiva nomina a segretario regionale del primo, il tutto accettato mal volentieri dal gruppo di Lamezia Terme della Lega , nel quale figura anche l’unico deputato calabrese Domenico Furgiuele , pare che Matteo Salvini, trafelato da tutte le polemiche che giungono dalla terra di Re Italo in seno al suo partito , sia arrivato al redde rationem. Il leader leghista è ad un passo dal sollevare dall’incarico il segretario regionale Invernizzi, sacrificandolo sul giusto altare degli interessi esclusivamente elettorali del partito in Calabria, soprattutto in vista delle prossime elezioni regionali , considerato che la Lega al sud ed in Calabria in particolare , dalle europee in poi è calata nei consensi, precipitando dal 22% ad un mortificante 5% con la batosta del suo candidato a sindaco su Reggio Calabria alle ultime elezioni amministrative. Salvini dunque sembra non fidarsi di nessuno , oltre al licenziamento del duo Invernizzi-Rauti, non sembra dare neanche credito all’attuale presidente regionale facente funzioni Nino Spirlì , che pure nell’ultimo periodo ha avuto un sussulto di successo personale conquistando la vittoria nel suo comune con un proprio candidato sindaco. La Lega in Calabria sembra voler ripartire da zero e dando quasi per certo che dal Carroccio non verranno dati incarichi di segreteria a nessuno dei consiglieri regionali ( si era fatta l’ipotesi di Pietro Raso ma questi è uomo di Furgiuele) , Salvini sembra indirizzato ad affidare la gestione del suo partito all’ avvocato Cataldo Calabretta di Cirò Marina. Calabretta , professionista molto conosciuto sul suo territorio per performance televisive, non sembra proprio essere un carneade della politica, nel suo curriculum si possono notare incarichi negli anni passati (precisamente dal 2010 al 2013) all’allora governatore Giuseppe Scopelliti quale suo consulente giuridico , oltre ad essere stato dirigente del partito del Pdl prima e di Forza Italia dopo. E’ stato anche candidato alle elezioni del 2014 sostenendo le liste della candidata di centrodestra Wanda Ferro , in quell’occasione incassando  924 preferenze. Da quelle elezioni molte cose sono cambiate, intanto l’avv. Calabretta. insegnante universitario,  diventa legale ed agente di Elisabetta Gregoraci ed Elisa Isoardi ex fidanzata proprio di Matteo Salvini. L'avvocato ha inoltre lavorato nei due principali network televisivi (Rai e Mediaset) occupandosi prevalentemente di informazione. Salvini dunque sembra intenzionato ad affidare il suo partito in Calabria ad un professionista  con esperienze comunque in campo politico e comunicativo, l’imperativo è quello di raggiungere nelle prossime elezioni regionali un risultato importante , con la conquista di almeno due-tre seggi a Palazzo Campanella per poi preparare la macchina elettorale ed i candidati per le elezioni politiche.  Rimane tutto una incognita, una certezza in Calabria rimane l’eurodeputato Vincenzo Sofo, il quale non manca mai di far sentire la sua voce ed il suo impegno per le vicende politiche calabresi e con un gruppo intellettuale a lui legato sul territorio molto importante. In ogni caso Matteo Salvini in questi giorni è chiamato a dipanare la matassa all’interno del suo partito calabrese, raccogliere le macerie fatte dal duo Invernizzi-Rauti e ricostruire il tutto, al netto di silenziose meditazioni evitando di fare come quel tale che per guardare ed ammirare la brillantezza delle sue scarpe lussuose , si dimenticava di indossare l’abito appropriato.

Nessun commento:

Posta un commento

Banner 700

Spazio Pubblicitario 3