Ue, Fidanza-Fitto (FdI): i ritardi Recovery Fund sono colpa della sinistra e non di Polonia e Ungheria - Il Sovranista

Non perdere

Post Top Ad

Spazio Pubblicitario 1

Post Top Ad

Spazio Pubblicitario 2

martedì 17 novembre 2020

Ue, Fidanza-Fitto (FdI): i ritardi Recovery Fund sono colpa della sinistra e non di Polonia e Ungheria

"Il veto minacciato da Polonia e Ungheria al bilancio pluriennale europeo e alle nuove risorse proprie è l’unica arma a loro disposizione per difendersi da un vergognoso attacco politico-ideologico. Un attacco che arriva dalla maggioranza di centrosinistra del Parlamento Europeo, spalleggiata da alcuni governi di vario colore per loro ragioni di politica domestica, e che rinnega l’accordo negoziato al Consiglio europeo di luglio andando contro i trattati che già oggi prevedono meccanismi efficaci per sanzionare eventuali violazioni dello stato di diritto. Additare i governi di Polonia e Ungheria, e con essi i partiti sovranisti italiani, come responsabili dei ritardi del Recovery Fund è un’operazione falsa e patetica, anche perché i governi di Orban e Morawiecki hanno chiarito a più riprese di essere a favore del Recovery ma di voler respingere ogni tentativo di condizionare il bilancio Ue a valutazioni politico-ideologiche sulle scelte di due governi sovrani".
Parole chiare, dirette, politicamente scorrette, quelle scritte in una nota congiunta da Carlo Fidanza capo delegazione di Fratelli d'Italia al Parlamento Europeo e Raffaele Fitto, co-presidente del gruppo dei Conservatori e Riformisti Europei.
Gli unici responsabili di questi ritardi, precisano i 2 esponenti sovranisti, sono da ricercare tra i governi di centrosinistra dei Paesi frugali e nella maggioranza di centrosinistra del Parlamento Europeo, con annessa ruota di scorta grillina.

Nessun commento:

Posta un commento

Banner 700

Spazio Pubblicitario 3