Comunali 2021, i mulini a vento dei giallorossi napoletani - Il Sovranista.info

Non perdere

Post Top Ad

Spazio Pubblicitario 1

Post Top Ad

Spazio Pubblicitario 2

martedì 26 gennaio 2021

Comunali 2021, i mulini a vento dei giallorossi napoletani




Don Chisciotte, nobiluomo di campagna, trascorre tutto il suo tempo a leggere romanzi cavallereschi, ed è tanto preso da quelle avventure che finisce addirittura per impazzire. Il suo immaginario fantastico, popolato di eroi e di cavalieri, lo induce ad autonominarsi cavaliere di ventura, difensore dei deboli e dei poveri. Decide così di partire per le sue imprese: chiama il suo cavallo Ronzinante, nomina Sancio Panza suo scudiero, ed elegge, come dama del cuore, una contadina, ribattezzandola Dulcinea del Toboso.
Iniziano così le esilaranti avventure di questo cavaliere senza macchia, che scambierà un’osteria per un castello, duellerà contro dei mulini a vento. Anche a Napoli abbiamo novelli Don Chisciotte nell'ambito però della politica. Sono il Partito Democratico ed il Movimento Cinque Stelle che in vista delle prossime amministrative, dopo un decennio di fallimenti targati rivoluzione arancione di Luigi De Magistris, sanciscono un patto anti sovranista. Il nemico da combattere sono le forze sovraniste, Lega e Fratelli d'Italia che però alle ultime elezioni regionali, nella città di Napoli, hanno superato di poco il 10%.
Forze sovraniste che in città sono poco o per nulla radicate ed anche in caso di alleanza con forze politiche più moderate come Forza Italia e qualche altra lista civica forse raggiungerebbero quota 20%, consensi insufficienti per partecipare ad un eventuale turno di ballottaggio.
Questa ammucchiata di sinistra, anti sovranista, in assenza di sovranisti ci viene sapientemente descritta dal collega Ciriaco M Viggiano in un interessante articolo pubblicato da Il Riformista che potete leggere cliccando qui



Nessun commento:

Posta un commento

Banner 700

Spazio Pubblicitario 3