Torselli(FdI): orgoglioso di aver consigliato ai miei genitori di rifiutare Astrazeneca - Il Sovranista.info

Non perdere

Post Top Ad

Spazio Pubblicitario 1

Post Top Ad

Spazio Pubblicitario 2

lunedì 15 marzo 2021

Torselli(FdI): orgoglioso di aver consigliato ai miei genitori di rifiutare Astrazeneca




“Sono orgoglioso di aver consigliato a mio padre e mia madre, entrambi di oltre 65 anni, di rifiutare il vaccino Astrazeneca nel caso in cui sarebbero stati chiamati per farlo e la decisione odierna di Aifa (Agenzia Italia del Farmaco) fa supporre che i sospetti fossero reali. Piuttosto vorremo sapere se il Presidente Giani pensa ancora che coloro che rinunciano ad Astrazeneca, dovranno essere vaccinati per ultimi. Soltanto ieri infatti il Governatore accusava i cittadini che avevano deciso di disdire la loro vaccinazione, mentre oggi è stato smentito da Aifa”.
Lo afferma in una nota, diffusa alla stampa, Francesco Torselli, capogruppo di Fratelli d'Italia in consiglio regionale della Toscana dopo aver appreso della sospensione da parte di Aifa della somministrazione di Astrazeneca in tutta Italia.
 “Aifa, così, perde di credibilità. Meno di 24 ore fa, spiega Torselli, faceva sapere che Astrazeneca era sicuro anche per gli over 65, oggi ne sospende l’inoculazione in via precauzionale. I dubbi su Astrazeneca non sono stati inventati dai cittadini, ma sono stati inculcati loro da virologi e medici attraverso i mass-media. Ho sentito dire tante volte che sui vaccini dovrebbero esprimersi soltanto gli esperti e qualcuno ha persino ipotizzato di non far conoscere la marca di vaccino inoculato ai cittadini. Tutto ciò è aberrante! Prima hanno trasformato i dibattiti sulla pandemia e quello sui vaccini in uno show televisivo, con virologi e medici in versione star televisive al pari di Barbara D’Urso. Come potete pretendere che poi la gente non si faccia un’opinione? Per questo capisco coloro che, con più di 65 anni, hanno deciso di rifiutare il siero di Oxford. Vorremmo sapere in che modo gli stessi virologi e medici spiegheranno tra qualche giorno ai cittadini che Astrazeneca è sicuro...”

“Adesso bisogna pensare agli oltre 98mila toscani che sono in attesa di ricevere la seconda dose del siero Astrazeneca. Se questo farmaco sarà definitivamente sospeso da Aifa ed Ema, come pensano Draghi e Giani di ovviare alla seconda dose mancante? Che sia, conclude Torselli, finalmente arrivato il momento di privilegiare l'acquisto di un altro tipo di vaccino?”
 

Nessun commento:

Posta un commento

Banner 700

Spazio Pubblicitario 3