Senato, Speranza attacca la Meloni: "non si fa politica sull’epidemia" - Il Sovranista.info

Non perdere

Post Top Ad

Spazio Pubblicitario 1

Post Top Ad

Spazio Pubblicitario 2

giovedì 29 aprile 2021

Senato, Speranza attacca la Meloni: "non si fa politica sull’epidemia"



Roberto Speranza batte Giorgia Meloni e gli ex M5S. Tre le mozioni si sfiducia votate ieri dal Senato per rimuovere il ministro della Salute, tutte e tre bocciate. Con la maggioranza hanno votato anche Forza Italia e Lega (compreso il senatore Salvini sfidato da Giorgia ad avere «coraggio»), in evidente imbarazzo ma costrette dalla realpolitik a non fare altri sgarbi al premier Draghi. 221 i contrari, 29 i favorevoli e 3 astenuti per la mozione di Fratelli d’Italia, simili i numeri delle altre due mozioni.

SPERANZA NEL SUO DISCORSO ha fatto appello all’unità contro il virus. «In un grande Paese non si fa politica su un’epidemia, la politica non è un gioco d’azzardo sulla pelle dei cittadini», il motto del ministro. «Nessuno dovrebbe mai dimenticare che il nemico è il virus e che dovremmo essere più uniti che mai nel combatterlo, evitando di cadere nella tentazione di utilizzare la lotta alla pandemia per ragioni strumentali».

Invece, con amarezza, Speranza vede prevalere lo scontro politico, spesso anche alimentando un linguaggio di odio che non può mai essere accettato. Si afferma il tentativo di sfruttare l’angoscia degli italiani per miopi interessi di parte: è sbagliato, perché produce danni enormi non a me ma al Paese, come  ci racconta il collega Andrea Carugati dalle colonne de Il Manifesto, storico quotidiano comunista in un articolo che potete leggere cliccando qui

Nessun commento:

Posta un commento

Banner 700

Spazio Pubblicitario 3