Ammimistrative 2021: il centrodestra i candidati sindaci li pesca nel campo avversario - Il Sovranista.info

Non perdere

Post Top Ad

Spazio Pubblicitario 1

Post Top Ad

Spazio Pubblicitario 2

venerdì 4 giugno 2021

Ammimistrative 2021: il centrodestra i candidati sindaci li pesca nel campo avversario



Un magistrato dal chiaro imprinting di sinistra, candidato a Napoli, un catto-comunista area Margherita Partito Democratico per chiarirci, il solito imprenditore prestato alla politica a Torino.
A Roma, Torino e Napoli, il centrodestra alla amministrative riesce nell'ardua impresa di presentare candidati non di centrodestra. E' questa forse una alta strategia politica messa in atto dai leader nazionali? A naso, posso sbagliare, a me sembra la classica mossa della disperazione, figlia della "morte dei partiti" sui singoli territori. Partiti privi di una adeguata classe dirigente per questo costretti a scegliere candidati civici dal nome altisonante.
Dopo l'ennesima fumata nera al vertice di martedì 1 giugno, per i candidati sindaci di Roma, Napoli, Milano e Torino, sorge un dubbio. Lega, Fratelli d'Italia e Forza Italia non hanno molto chiaro come provare a giocarsela con i candidati di centrosinistra. Oppure, al contrario, lo sanno benissimo. Intendono semplicemente perdere.
A Napoli il candidato gradito al centrodestra di governo (Lega e Forza Italia) con Fratelli d'Italia formalmente contraria ma che mai vorrebbe rompere l'unità del centro destra nella terza città d'Italia, è Catello Maresca, magistrato da pochi giorni in aspettativa, con all'attivo un processo contro militanti di CasaPound Italia (operazione lame). Un candidato non di centrodestra ma civico, che vuol dire tutto e niente, da contrapporre ai candidati di centrosinistra e sinistra  Gaetano Manfredi candidato di Partito Democratico, Movimento Cinque Stelle, Liberi e Uguali, Alessandra Clemente, in continuità con il decennio della rivoluzione arancione targata De Magistris, Antonio Bassolino, ex sindaco di Napoli ed ex governatore della Campania.
L'obiettivo del centrodestra, almeno con Maresca, è di uscire dal tradizionale perimetro del centro destra e recuperare consensi altrove, perdendo però gran parte dei voti propriamente di destra, che a Napoli non sono da prefisso telefonico, anzi...
A Roma, il nome spinto dalla Meloni è quello di un illustre sconosciuto: Enrico Michetti, di professione avvocato, proveniente dall'area dei cattolici di sinistra come rivelato da Dagospia.
Il candidato scelto dalla Meloni ha un primato: non lo conosce davvero nessuno ed avrebbe, a destra, un avversario come Vittorio Sgarbi.
A Milano, non abbiamo notizie circa il nome del candidato a sindaco per la coalizione del centro destra. Manuale Cencelli alla mano, spetterebbe alla Lega.
E' già persa la battaglia per le amministrative 2021 per il centro destra? Sembrerebbe di si. Ai posteri l'ardua sentenza.



Nessun commento:

Posta un commento

Banner 700

Spazio Pubblicitario 3