Comunali Napoli 2021 Fratelli d'Italia si sfila dalla coalizione. A Maresca restano Lega e Forza Italia in versione finto civica - Il Sovranista.info

Non perdere

Post Top Ad

Spazio Pubblicitario 1

Post Top Ad

Spazio Pubblicitario 2

giovedì 24 giugno 2021

Comunali Napoli 2021 Fratelli d'Italia si sfila dalla coalizione. A Maresca restano Lega e Forza Italia in versione finto civica



Fratelli d'Italia ai nastri di partenza per una corsa in solitaria, all'insegna dell'osare sempre più temerariamente, come sostenevano i futuristi, alle amministrative di Napoli. Secondo voci di palazzo, Giorgia Meloni ha annulato l'incontro con Catello Maresca che doveva essere il candidato sindaco civico( parola che vuol dire tutto e niente) appoggiato dal centrodestra ed ha suonato la carica ai dirigenti napoletani del partito: " il nostro candidato è Sergio Rastrelli, corriamo da soli, tutti in lista,per dare una mano".
L'occasione per rendere ufficiale ciò dovrebbe essere la presentazione, all'ombra del Vesuvio, del libro Io sono Giorgia, prevista per i primi di luglio.
La Meloni, d'altronde, è stufa delle invettive di Catello Maresca e pare non aver digerito l'ultima sua clamorosa affermazione : "dei partiti me ne fotto" ed ora il dado sarebbe tratto e la leader sovranista ha deciso di lanciare un segnale agli storici alleati del centro destra che con il sindaco civico non vogliono rompere..
D'altronde, dopo il clamoroso flop alle ultime elezioni regionali di Lega e Forza Italia ai massimi dirigenti dei due partiti va di lusso rinunciare al simbolo e mischiarsi in una lista fintamente civica. Una operazione che equivarebbe alla salvezza dei massimi dirigenti cittadini e regionali di Lega e Forza Italia alle prese con la composizione delle liste ( tra comune e municipalità occorrono quasi 250 candidati). Un problema  che non ha Fratelli d'Italia,  secondo partito italiano per numero di consensi secondo gli ultimi sondaggi anche grazie alla forza della " fiamma tricolore" nel simbolo. Una lista di partito che sarà rinforzata dalla discesa in campo di tutti i massimi dirigenti. Per evitare la spaccatura nel centro destra due sono le strade da percorrere: 1) mea culpa di Maresca con relativo via libera ai simboli di partito 2) passo indietro di Lega e Forza Italia che dovrebbero sostenere Rastrelli  con lista di partito, facendosi però contare.Tertium non datur.

Nessun commento:

Posta un commento

Banner 700

Spazio Pubblicitario 3