Filippo Rossi: "Meloni al 20%? Stando sempre in tivù e' poco" - Il Sovranista.info

Non perdere

Post Top Ad

Spazio Pubblicitario 1

Post Top Ad

Spazio Pubblicitario 2

domenica 13 giugno 2021

Filippo Rossi: "Meloni al 20%? Stando sempre in tivù e' poco"

 


La federazione di centrodestra è un arrocco di Salvini. Un segnale di grande difficoltà da parte sua e di Berlusconi e Berlusconi ci sta cascando con tutte le scarpe. Ne e convinto il collega Filippo Rossi, uno dei protagonisti della stagione finiana di Futuro e liberta', partito da prefisso telefonico della destra europeista, liberale, liberista, sconfitto alle politiche del 2013 (0,47%). Oggi sta lanciando il suo nuovo partito Buona Destra che sosterrà alle comunali di Roma la candidatura a sindaco di Carlo Calenda, leader di Azione.  Sui temi della federazione di centrodestra e sul successo, secondo sondaggi, di Giorgia Meloni e Fratelli d'Italia viene intervistato da Gianluca Roselli su Il Fatto Quotidiano. Intervista che parzialmente riportiamo.

Lei da semore sogna in Italia una destra liberale, moderata, europeista. Chi sta facendo il boom è Giorgia Meloni. La sorprende?

No. E' un successo drogato dalla visibilità garantita dal fatto di essere l'unico partito di opposizione. Stando semprein tivù il 20% è pure poco.

Salvini vuole la federazione per evitare il sorpasso?

Non si capisce se ha in mente una federazione o il partito unico, comunque l'intento è quello di non farsi superare ma non solo. Inglobando Fi Salvini vuol dare una mano di vernice europeista alla Lega che fino a ieri era in piazza coi leader del sovranismo estremista di cui Orban è il più moderato.

A lei Salvini e Meloni non piacciono.

Sono convinto che in Italia si debba superare l'anomalia che vuole la destra riformatricd e liberale alleata con quella sovranista. In tutta Europa non è cosi. Qui invece anche a sinistra si rincorrono a tutti i costi le alleanze strategiche: stare tutti insieme per sconfiggere gli altri.




Nessun commento:

Posta un commento

Banner 700

Spazio Pubblicitario 3