L'ex rautiano ora comunista Alviti al comizio di Bassolino: "è la vittoria della buona politica" - Il Sovranista.info

Non perdere

Post Top Ad

Spazio Pubblicitario 1

Post Top Ad

Spazio Pubblicitario 2

mercoledì 16 giugno 2021

L'ex rautiano ora comunista Alviti al comizio di Bassolino: "è la vittoria della buona politica"



"Non mi nascondo, sono un politico, sono comunista sono del Pci, i miei maestri sono stati Amendola, Ingrao e Berlinguer , ma sono un uomo delle istituzioni. ho contribuito a fondare il Pd, che per 11 anni mi ha isolato, senza affidarmi nessun incarico".
Così Antonio Bassolino, per 17 anni, dal 1993 al 2010, sindaco di Napoli e poi presidente della Regione Campania, conclude con un affondo nei confronti del suo forse ex partito il comizio «all'antica» in piazza Carità, nel cuore della città. Parla su una pedana trasformata in palco, circondato da circa 300 persone. In piazza si rivedono tanti ex: Dino Di Palma, Guglielmo Allodi, Bernardino Tuccillo, l' ex segretario della Cisl Nicola Martino. L'attore Renato Carpentieri, suo ex testimonial, lo saluta calorosamente. Sul palco sale anche Luigi Vicinanza presidente della Fondazione del Museo Mav di Ercolano.
Tra i presenti anche Giuseppe Alviti, il leader dell'Associazione Nazionale Guardie Giurate ed è un sindacalista di un sindacato autonomo denominato Federazione Nazionale dei lavoratori, con il cuore che batteva, a destra. Infatti vanta un passato nel Movimento Idea Sociale, formazione politica nata da una scissione in seno alla Fiamma Tricolore, culturalmente si definisce Rautiano ed identitario meridionalista. Più volte, con scarsi risultati, negli anni scorsi ha tentato di candidarsi a sindaco di diversi comuni della provincia di Napoli come Pompei e Torre del Greco, non riuscendo a presentare la lista. Alle scorse regionali, Alviti subì la fascinazione per il leghismo di ispirazione meridionale, annunciando la candidatura a governatore con la Lega Sud di Gianfranco Vestuto, salvo poi candidarsi, con scarsi risultati (44 voti di preferenze) con Forza Italia, ora sostenitore di Antonio Bassolino, da poco dirigente del Partito Comunista Italiano che sentito telefonicamente ci dichiara: la folla accorsa in piazza per sentire Antonio Bassolino rappresenta la vittoria della buona e sana politica, quella reale e non virtuale, che ha cuore gli interessi dei cittadini.





Nessun commento:

Posta un commento

Banner 700

Spazio Pubblicitario 3