Liberi di essere, liberi di pensare: Il flash mob di Fratelli d'Italia contro il Ddl Zan - Il Sovranista.info

Non perdere

Post Top Ad

Spazio Pubblicitario 1

Post Top Ad

Spazio Pubblicitario 2

martedì 13 luglio 2021

Liberi di essere, liberi di pensare: Il flash mob di Fratelli d'Italia contro il Ddl Zan




Lo scontro sul ddl Zan  è arrivato oggi in Senato, dove è difficile che il disegno di legge passi a causa delle fratture, che appaiono insanabili, all'interno della maggioranza. Anche nello stesso Partito Democratico ci sono perplessità per alcuni articoli della proposta espresse da alcuni senatori ed è probabile che dietro il velo del voto segreto alcuni senatori si scoprano franchi tiratori e votino contro la linea dettata da Enrico Letta che vuole l'approvazione del Ddl cosi come è. 

Fratelli d'Italia ha organizzato davanti al Senato un flash mob per esprimere il suo dissenso all'approvazione con tanto di striscione riportante le seguenti parole "Liberi di essere, liberi di pensare, No al ddl Zan. La posizione del movimento politico guidato da Giorgia Meloni è chiara, da diverso tempo. La richiesta dei senatori è ferma come dichiara Luca Ciriani, "nessuna modifica o compromesso. La legge va cambiata radicalmente in quanto introduce un reato di opinione con tutte le conseguenze in termini di censura e autocensura delle persone che si oppongono alla dittatura del pensiero unico da parte della sinistra. Non ci accontenteremo di un compromesso al ribasso, di una mini riforma, la legge va cambiata, se non stoppata, in maniera profonda". Durante il flash mob davanti a Palazzo Madama, i senatori di Fratelli d'Italia hanno annunciato la presentazione di una pregiudiziale di incostituzionalità ai sensi dell'articolo 21 della Costituzione che garantisce la libertà di espressione.


Nessun commento:

Posta un commento

Banner 700

Spazio Pubblicitario 3