Latina, Durigon ha scelto: no al Ppe si ai neofascisti. La denuncia del democratico Fiano - Il Sovranista.info

Non perdere

Post Top Ad

Spazio Pubblicitario 1

Post Top Ad

Spazio Pubblicitario 2

sabato 7 agosto 2021

Latina, Durigon ha scelto: no al Ppe si ai neofascisti. La denuncia del democratico Fiano



"E bravo Claudio Durigon sottosegretario della Lega nel governo Draghi. Questa è la storia di Latina che qualcuno ha voluto anche cancellare con quel cambio di nome a quel nostro parco, che deve tornare a essere quel parco Mussolini che è sempre stato, su questo ci siamo e vogliamo andare avanti’. Il cambio di nome al Parco di Latina a cui si riferisce Durigon per lanciare la campagna per le elezioni locali, è il ritorno al nome di Arnaldo Mussolini, il fratello del duce, del Parco inaugurato nel 2017 a 25 anni dalla strage di Via D’Amelio con il nome di Parco Falcone e Borsellino."
Lo scrive in una nota, diffusa alla stampa, Emanuele Fiano, deputato del Partito Democratico che precisa: tornare al nome della famiglia Mussolini, la famiglia del criminale Benito, il duce fascista che ha ricoperto questo paese di insulti alla libertà, di crimini contro l'umanità, di collaborazione con i criminali nazisti, di crimini orribili nelle guerre imperiali, di aver mandato allo sbaraglio decine di migliaia di soldati nelle campagne dell'Est che senso ha?
Durigon dice agli abitanti di Latina : "questa è la storia di Latina, la storia che qualcuno ha voluto cancellare. Ma perché, chiedo, noi per caso dobbiamo vergognarci di aver voluto cancellare nel 2017 il nome di Mussolini e sostituirlo con gli eroi Falcone e Borsellino?
No, Durigon, conclude Fiano, siete voi che cercate di raccattare voti con la nostalgia fascista, siete voi che dovete vergognarsi ed è la Lega che deve spiegare al mondo se ha scelto di appartenere al Partito Popolare Europeo, oppure se sceglie di raschiare il fondo del barile neofascista.



Nessun commento:

Posta un commento

Banner 700

Spazio Pubblicitario 3