Castellino: "Schiliro' non e' sorella di lotta, prenda distanze dalle cariche della polizia, si dimetta e ne riparliamo" - Il Sovranista.info

Non perdere

Post Top Ad

Spazio Pubblicitario 1

Post Top Ad

Spazio Pubblicitario 2

lunedì 27 settembre 2021

Castellino: "Schiliro' non e' sorella di lotta, prenda distanze dalle cariche della polizia, si dimetta e ne riparliamo"

ì


L'intervento sabato in piazza San Giovanni della vice questore romana ha avuto una vasta eco, Giuliano Castellino, vice segretario nazionale di Forza Nuova, affida ad una nota alcune precisazioni sul caso. 

"Ancora una volta, mi trovo ad essere controcorrente rispetto ad un sentire comune. In molti sono sembrati entusiasti per l'intervento e le parole di Nunzia Alessandra Schilirò, la vice questore di Roma che ieri a piazza San Giovanni si è scagliata contro il Green Pass. Per carità, belle parole. Ma, visto il comportamento repressivo di Celere e questure contro la protesta popolare, tanto altro la funzionaria avrebbe potuto, e dovuto, dire. Tanto per cominciare, avrebbe potuto prendere le distanze, coerentemente con il suo stesso intervento, dalle cariche e dalle manganellate dei suoi colleghi che ieri a Milano e a Roma hanno violentemente picchiato i manifestanti contro la Carta Verde. Poi, sinceramente, tutto questo aspettare la Polizia come "manna dal cielo" ci sembra un atteggiamento securitario, e anche un po' golpista, tipico di una certa destra anni '70. Sperare che pezzi di regime siano pronti a stare col popolo contro il regime è sempre stata, e questa è storia d'Italia, una speranza destinata a rimanere tale. Cane non mangia cane e mai il cane si è rivoltato contro chi gli riempie la ciotola.

Contenti che per una volta un "servitore dello Stato" dica una cosa giusta? Bene, insiste Castellino, ma una rondine non fa primavera e questo non è sufficiente a dimenticare tutte quelle volte in cui le FF.OO. hanno eseguito gli ordini ingiusti della tirannia sanitaria.

Pensiamo al popolo, alle milioni di italiani che resistono, a quelli che stanno lottando per il lavoro e la libertà, se poi chi oggi è al servizio del regime tecno-sanitario della TESSERA ELETTRONICA DEL PARTITO UNICO DEL COVID sarà disposto a fare come la poliziotta de "La casa di carta", allora la accoglieremo a braccia aperte... ma la nota serie spagnola non ricostruisce, come è noto, fatti realmente accaduti".

Nessun commento:

Posta un commento

Banner 700

Spazio Pubblicitario 3