Comunali 2021, la Waterloo di "Prima Napoli" - Il Sovranista.info

Non perdere

Post Top Ad

Spazio Pubblicitario 1

Post Top Ad

Spazio Pubblicitario 2

sabato 18 settembre 2021

Comunali 2021, la Waterloo di "Prima Napoli"

 


di Carlo Alberto Paolino 

Anche il Consiglio di stato ha detto “NO”. Dopo la  bocciatura della commissione prefettizia e poi del Tar,  Il Consiglio di Stato, l’ultima ancora di salvezza,  ha respinto il ricorso della lista “Prima Napoli”, lista civica espressione dalla Lega di Matteo Salvini. Fuori dunque dalla competizione elettorale del tre e quattro ottobre per la carica di Consigliere Comunale e di Consigliere di Municiplità in otto quartieri. In corsa la quinta e la sesta che annunciano una dura battaglia. Brutta notizia per il candidato sindaco Catello Maresca espressione della coalizione di centrodestra che rischia una netta sconfitta già al primo turno regalando la guida della città Partenopea al candidato giallorosso Gaetano Manfredi. Delusione ma non rassegnazione come traspare  dalle parole a caldo di due candidati verso Palazzo San Giacomo. 

“Ringrazio tutte le persone in primis, dichiara Teresa Frecciarulo che hanno creduto in questa candidatura, sia al comune che alle municipalità.Non possiamo darci colpe, eravamo pronti, mettendoci la faccia, a dare il nostro contributo alla Lega, abbiamo creduto e continuiamo a credere in questo progetto di cui faccio parte dal 2014.Ringrazio Valentino Grant in particolare per l'opportunità. Noi restiamo sempre pronti verso un nuovo obiettivo”. 

In sintonia Giovanni Bartone  che precisa“con immenso dolore vi  devo comunicare che il Consiglio di Stato ha respinto il ricorso per cui la lista PRIMA NAPOLI, in cui ero candidato, non potrà partecipare alle prossime elezioni. Mi preme ringraziarvi dal più profondo del cuore per la vostra disponibilità ed il vostro sostegno in quella che poteva essere una bella avventura nel rappresentare voi tutti in Consiglio Comunale. La politica esprime  per me, il bisogno di metteremi al servizio dei cittadini come  d'altronde,  ho sempre fatto anche nella mia professione di un medico costantemente disponibile ad aiutare chi era in difficoltà in ambito sanitario. Io continuerò a fare politica anche se, all'interno delle istituzioni, mi avrebbe consentito di essere più rappresentativo per voi tutti. Peccato...è stato bello sognare con voi”

Una Waterloo senza essere combattuta aspettando di mandare i  colpevoli  sull’isola di Sant’Elena.

Nessun commento:

Posta un commento

Banner 700

Spazio Pubblicitario 3